Verdi, Trombi, Scaletti, Grassi – “Nidiaci: le promesse non sono tutte uguali, quelle fatte ai cittadini evidentemente sono meno uguali delle altre”

Abbiamo ascoltato tutti le promesse fatte pubblicamente dall’assessore Meucci alla presenza dell’allora candidato sindaco Nardella, che si impegnava con ogni mezzo, azzardando anche il possibile esproprio, a recuperare l’area, promesse poi ridimensionate recentemente (adducendo il contesto elettorale come particolare). Abbiamo con il tempo scoperto che il Comune, stante la sentenza del giudice, avrebbe avuto tutto il diritto per tenersi i Nidiaci, se solo lo avesse voluto, ovvero si fosse mosso per tempo. E a conferma di questo, la maggioranza PD, in consiglio comunale, ha poi ritenuto di non rinnovare il vincolo pubblico sull’area dei Nidiaci, che è quindi scaduto. Per altro, rileviamo con dispiacere che, una volta eletto, il sindaco Nardella ha ritenuto prudentemente di non pronunciarsi più sulla questione.
Certo è che questo rimbalzo di dichiarazioni fatte, impegni presi e poi ritrattati non rappresenta un bel viatico per chi entrerà nel prossimo parlamento regionale.
Purtroppo la lezione che ne traiamo è che alcune promesse si mantengono, altre invece no: evidentemente dipende dal destinatario di tali promesse, se le promesse riguardano beni comuni e sono destinate ai cittadini, probabilmente valgono poco.
Per quanto ci riguarda, non abbasseremo la guardia sulla vicenda e staremo con il fiato sul collo all’amministrazione.

Pubblicato sabato, 27 Giugno 2015 alle 20:12