Verdi (Firenze riparte a sinistra): “Asili Nido e Scuole dell’Infanzia, ancora macelleria sociale”

Questo l’intervento della consigliera del gruppo Firenze riparte a sinistra Donella Verdi
“Con la legge n.160 del 2016 e il decreto legge n. 50 del 2017, la normativa ci dà ora la possibilità di coprire le uscite di personale dell’anno precedente e di assumere nuovo personale per i posti di esecutore scoperti.
Inoltre, con l’uscita per pensionamento del personale educativo inquadrato in D3 e l’assunzione di nuovo personale inquadrato in C1, ci sarebbe un risparmio rispetto alla spesa sostenuta nell’annualità precedente, mentre, con lo sblocco del turn over, sarebbe possibile assumere anche il personale esecutore.
Ma, di fronte alla richiesta, posta nel Question Time nel consiglio di ieri, di mantenere, come soglia di salvaguardia del sistema educativo comunale, almeno la gestione diretta dei 32 nidi e delle 14 sezioni dell’infanzia rimaste, senza ulteriori esternalizzazioni e di non procedere all’appalto del nido “Il Grillo Parlante”, l’assessore Gianassi ha risposto che l’Amministrazione comunale confermerà i “modelli” gestionali previsti per nidi e scuole dell’infanzia confermando l’esternalizzazione del nido Il Grillo Parlante e dei pomeriggi di alcune ulteriori scuole dell’infanzia.
Ma che “modello” sarebbe quello che di fatto smantella quell’eccellenza che sono stati i servizi educativi comunali e che finirà, inevitabilmente, per ridurne progressivamente la qualità, la perdita di professionalità e favorire la precarizzazione del lavoro?
La risposta dell’assessore Gianassi è la conferma che quella di esternalizzare è una precisa scelta politica che non c’entra niente con le ragioni addotte precedentemente sui costi e sui limiti del turn over”.

Pubblicato martedì, 16 Maggio 2017 alle 14:30