Vendita Palazzo Gerini, Grassi: “Stesso copione dell’anno scorso. Siamo alle svendite di fine anno”

“Palazzo Gerini venduto dal Comune di Firenze a 5,2milioni di euro per un immobile di circa 2500 metri quadrati in pieno centro storico. Una svendita per fare cassa”. Così Tommaso Grassi, capogruppo di Firenze riparte a sinistra in Palazzo Vecchio, commenta l’alienazione dell’immobile di proprietà comunale. E spiega “Impossibile non capire che dietro a questa operazione c’è una sofferenza di bilancio importante. Basti pensare che solo due anni fa è stato affittato ad un soggetto pubblico per i propri uffici. E ora venduto a una cifra ridicola”. La difficoltà economica del venditore, in questo caso del Comune di Firenze, è palese. E Grassi incalza “Non accettiamo questa logica, che arrivati alla fine dell’anno, si mettano in atto le svendite del patrimonio pubblico. E’ un copione già visto”.

“Ogni anno arriva la Cassa depositi a salvare i bilanci dei Comuni – conclude il consigliere – e se negli anni passati i fondi servivano per finanziare le opere rimaste al palo durante tutto l’anno, ora i fondi che arriveranno serviranno per riempire le vuote casse del Comune”.

Pubblicato martedì, 15 Dicembre 2015 alle 13:10