Una sinistra forte per la città metropolitana

foto-cm

 

Elezione diretta del Sindaco metropolitano e del consiglio da parte dei cittadini; valorizzazione delle diverse aree territoriali che compongono la nostra provincia; difesa dei temi dei beni comuni, dell’ambientale, del territorio. Sono questi i tratti programmatici fondamentali della lista “Città Metropolitana Territori Beni Comuni”, che riunisce al suo interno le esperienze partitiche e civiche di sinistra della provincia di Firenze.

“Con la parola d’ordine della semplificazione (assai necessaria in tante pratiche burocratiche) si è scelto di tagliare le pratiche della democrazia, sostituendo la Provincia con la Città Metropolitana che ne mantiene competenze e territorio, ma non il voto dei cittadini” spiegano Mauro Valiani e Andrea Malpezzi, rispettivamente coordinatore provinciale di SEL e segretario di Rifondazione Comunista, intervenendo questa mattina durante la presentazione alla stampa della lista.
“Fingendo di voler abbattere i costi della politica – proseguono – si comprimono i diritti di verifica da parte dei cittadini. Nel caso della nostra provincia corriamo il rischio di perdere completamente la specificità dei territori, con il sindaco di Firenze ex lege sindaco metropolitano e la città di Firenze come centro politico attorno al quale adeguare scelte ed orientamenti. Anche per questo, ci presentiamo al voto con una lista composta esclusivamente da candidati non provenienti dal Consiglio Comunale di Firenze”.
“Siamo convinti – dicono ancora – che questa lista potrà contribuire al rafforzamento di una rete degli amministratori della sinistra diffusa che anche con le recenti elezioni sono stati eletti in tanti comuni della nostra provincia, rete di cui avvertiamo l’esigenza per integrare e arricchire le esperienze e per rendere, per quanto possibile, complementare all’iniziativa politica nei territori”.
“Il nostro – aggiungono – non sarà soltanto un profilo di denuncia e vigilanza, ma anche di proposte di riqualificazione del nostro territorio, pur nel duro attacco alle risorse degli enti locali. Scuola e formazione, buone pratiche gestionali delle grandi aziende pubbliche, qualità dello sviluppo economico dei territori, realizzazione di un piano integrato per i trasporti, con il completamento del sistema tranviario esteso ai comuni della cintura di Firenze: sono, questi, soltanto alcuni degli ambiti in cui intendiamo batterci. Ci sono poi i temi legati all’ambiente e al territorio, rispetto ai quali il coordinamento urbanistico e la pianificazione territoriale, a cominciare dalla Piana, rappresentano una priorità, come un priorità è avviare subito le azioni necessarie per realizzare i rifiuti zero. Crediamo, infine, che sia fondamentale arrivare ad un decentramento di funzioni, valorizzando le subaree omogenee della provincia fiorentina, e proseguire con determinazione la battaglia per la ripubblicizzazione dell’acqua”.

I Candidati
Cristiana Bellan, Consigliera comunale Montespertoli
Letizia Burgassi, Consigliera comunale Greve in Chianti
Enrico Carpini, Consigliere comunale Barberino del Mugello
Donatella Golini, Consigliera comunale Vaglia
Giuseppe Borgioli, Consigliere comunale Capraia e Limite
Riccardo Lazzerini, Consigliere comunale Impruneta
Simone Lombardi, Consigliere comunale Figline-Incisa Valdarno
Romina Niccolai, Consigliera comunale Signa
Maurizio Quercioli, Consigliere comunale Sesto Fiorentino

Pubblicato martedì, 23 Settembre 2014 alle 13:13