Trombi, Grassi e Verdi (Frs): “Per Ricci la cattiva gestione dei rifiuti è colpa dei cittadini, e non va detto”

“Invece di provare a migliorare il servizio, si punta a multare i cittadini”

Queste le dichiarazioni dei consiglieri del gruppo Firenze riparte a sinistra Giacomo Trombi e Tommaso Grassi e della consigliera Donella Verdi

“Troviamo particolarmente inopportune le parole del Presidente della commissione ambiente e vivibilità Fabrizio Ricci in merito all’iniziativa dell’associazione “Comitato Mamme No Inceneritore ONLUS” chiamata Scattonetto: non tanto e non solo per l’attacco nei confronti dell’associazione e dell’iniziativa, quanto per questo schierarsi dalla parte del gestore contro la cittadinanza, per il non voler vedere i problemi per salvare le apparenze.

Ma evidentemente quale sia il primo pensiero del PD appare chiaro dal comunicato stampa: fare in modo che i turisti non abbiano a vedere rifiuti in giro e non chiedere troppo ad ALIA.

Per cui, di fronte ad un’iniziativa di cittadini attivi, invece di trarre vantaggio dalle segnalazioni e dal lavoro volontario, invece di riconoscere i problemi, si prende la cosa come un affronto ad ALIA e all’amministrazione comunale, tanto più perché viene da chi da anni lotta contro l’inceneritore che ALIA e Comune vogliono costruire a tutti i costi.
Invece di verificare e di valutare come apportare dei miglioramenti, si addossa la colpa della mala gestione dei rifiuti (che Ricci evidentemente riconosce) alla cittadinanza e si chiedono telecamere per multarli se sbagliano.
Dal presidente della commissione ambiente e vivibilità ci saremmo aspettati più attenzione e vicinanza a cittadine e cittadini che si impegnano per rendere migliore la nostra città, anche se hanno idee diverse dalla sua rispetto all’inceneritore”.

Pubblicato venerdì, 26 Maggio 2017 alle 13:12