Grassi e Trombi (Firenze Riparte a Sinistra): “Ataf, Comune si schieri con forza dalla parte degli autisti”

Stanno diventando insopportabilmente troppo frequenti le aggressioni ai danni degli autisti dei bus a Firenze: un dato preoccupante, allarmante, che richiede una presa di posizione forte e chiara. Abbiamo accolto con favore il comunicato stampa con cui l’assessore Giorgetti, rispondendo ad una nostra precisa richiesta, ha condannato le aggressioni, ma crediamo sia imperativo che l’amministrazione comunale agisca in maniera più incisiva: si valutino e adottino tutte le misure necessarie per garantire l’incolumità degli autisti da un lato, e si mettano in pratica tutte le azioni per garantire agli autisti il supporto e l’aiuto di cui possono avere bisogno.
Crediamo che l’amministrazione debba riconoscere pubblicamente che le responsabilità degli autisti nel venirsi a creare dei disservizi siano assolutamente risibili, e che siano invece imputabili alle scelte aziendali di ATAF e, ancor di più, a scelte politiche ben precise (la privatizzazione del servizio di trasporto pubblico in primis, alla rete di corsie preferenziali ed infine alla gestione dei cantieri della tranvia). Ma crediamo soprattutto che debba esser chiaro che l’amministrazione non tollererà più nessuna aggressione.
Abbiamo apprezzato l’auspicio dell’assessore Giorgetti, ma a nostro avviso il Comune di Firenze dovrebbe richiedere con forza che ATAF si attivi per vie giudiziarie per tutelare i propri autisti, costituendosi contestualmente parte civile e fornendo loro tutto il supporto legale necessario.
Infine, apprezzeremmo anche che il Comune si costituisse parte civile in un eventuale processo, valutata ovviamente la fattibilità della cosa, a testimonianza del fatto che gli autisti stanno erogando un servizio pubblico per conto della città: pertanto hanno diritto a tutto l’appoggio, la solidarietà e il supporto di Firenze e dei Fiorentini.

Pubblicato lunedì, 2 Novembre 2015 alle 17:15