Pali tramvia

“Tramvia, ha ragione il Soprintendente. Passaggio Duomo e l’alimentazione a batterie era soluzione migliore”

“Un mezzo indispensabile, è urgente la messa in esercizio. Impegno per togliere i pali in futuro”

“Non possiamo che condividere le riflessioni del Soprintendente Pessina – affermano i Consiglieri comunali Grassi, Verdi e Trombi appreso da La Nazione delle dichiarazioni della Soprintendenza -. Il groviglio di pali e fili da piazza Stazione, piazza dell’Unità e via Valfonda è di un impatto impressionante, sia dalle foto che passandoci è innegabile. Certo a questo punto sarebbe impensabile bloccare i cantieri di un mezzo indispensabile per la mobilità fiorentina. Anche se adesso è urgente la messa in esercizio, l’impegno che l’amministrazione e i soggetti coinvolti dovrebbero assumersi è quello di togliere i pali in futuro, iniziando un lavoro comune fin da domani”.

“Noi abbiamo sempre sostenuto che il passaggio dal Duomo o l’alimentazione a batterie dei mezzi, sfruttando al massimo le opportunità tecnologiche, sarebbe stata sicuramente una soluzione migliore per la Città. Chiederemo da lunedì all’amministrazione comunale di accogliere la proposta di Pessina di avviare un tavolo di confronto con Tram di Firenze e il Comune sul tema del miglioramento dell’inserimento della tramvia nel contesto urbano, e impegnarsi ad apportare almeno qualche modifica, ovviamente dopo l’entrata in funzione dei prossimi mesi”.

“Non tocca a noi dare soluzioni e fare ora proposte concrete ma quelle che leggiamo sulla stampa ci paiono di buon senso e meritevoli di attenzione. Lunedì porteremo in aula una domanda d’attualità e poi valuteremo se proporre in Consiglio comunale un atto di indirizzo alla Giunta sul tema”.

Pubblicato venerdì, 6 Aprile 2018 alle 17:16