Tramvia, Grassi: “Cronoprogramma impegnativo. Difficile sia rispettato”

“Le comunicazioni dell’assessore Giorgietti sulla tramvia confermano le nostre preoccupazioni. Il cronoprogramma è serrato e i cantieri che si apriranno in città porteranno grandi disagi al trasporto pubblico e privato”. Così Tommaso Grassi, capogruppo di Firenze riparte a sinistra, commenta le parole ascoltate nella seduta odierna del Consiglio comunale. E spiega “Abbiamo chiesto più volte attenzione al tema dell’apertura dei cantieri. Noi non siamo contrari alla realizzazione della tramvia, ma certo questo non significa che tutto vada bene. Basta vedere il caso del sottopasso di viale Talenti”. Il consigliere dell’opposizione di sinistra in Palazzo Vecchio incalza “Intere zone rischiano di collassare. Residenti intrappolati e attività commerciali isolate. Abbiamo più volte richiamato l’Amministrazione comunale ad un attenzione maggiore. E non smetteremo di farlo”. “E non possiamo dimenticarci del crollo della trivella in via di Novoli, sul quale la procura ancora non ha ancora chiuso le indagini. Sembra proprio che la causa del crollo debba essere attribuito alla massicciata che lo sosteneva. E’ uno scandalo che non si sia verificato prima dell’installazione del macchinario”.

Pubblicato lunedì, 22 Febbraio 2016 alle 19:40