Tramvia, Firenze riparte a sinistra: “L’assessore Giorgetti conferma il nostro timore più pesante: l’amministrazione non riesce a capire il perché dei ritardi nell’opera più importante della città”

“Apprezziamo la candida onestà dell’assessore Giorgetti che, alla nostra precisa domanda su come spiegasse l’Amministrazione Comunale i ritardi e i cantieri deserti, ha risposto che la Giunta Nardella non riesce a spiegarsi né i ritardi, né i cantieri deserti. E verosimilmente, aggiungiamo noi, non riesce nemmeno a spiegarsi l’atteggiamento strafottente delle ditte, le stesse che ci dicono che non sono riuscite a trovare manodopera per i cantieri, e che nel frattempo tanto alacremente stanno cercando di eludere il doppio turno.
Siamo tuttavia esterrefatti e fortemente preoccupati: stiamo parlando di una delle opere più importanti, a detta dell’amministrazione stessa, che insiste sul nostro territorio, su cui tanto si è speso il nostro attuale sindaco, un’opera con ritardi, disservizi, cantieri deserti. E l’assessore alla mobilità afferma in tutta semplicità che non ha trovato una spiegazione a tutto questo.
Pur apprezzando l’impegno dell’assessore Giorgetti nel seguire i cantieri, riteniamo che sia necessario dare una sterzata decisa nei rapporti con le ditte, che evidentemente ritengono di avere a che fare con un’amministrazione particolarmente lassista e permissiva, o comunque inadeguata nella gestione dei rapporti con le imprese incaricate a realizzare la tramvia di Firenze. Crediamo sia necessaria un presa di posizione forte, capace anche di scelte coraggiose, per il bene della città.”

Pubblicato lunedì, 27 Luglio 2015 alle 18:04