Taxi per disabili, Grassi: “Si modifichi il bando con una premialità e una riserva numerica per auto attrezzate”. Mozione approvata

“Il Comune modifichi il bando per le nuove licenze taxi. Inserisca non solo una premialità ma anche una riserva numerica per avere la certezza che siano messe in circolazione con continuità auto attrezzate per il trasporto di disabili”. Così Tommaso Grassi, capogruppo di Firenze riparte a sinistra, rivolge un appello all’amministrazione comunale. E spiega: “Quattro licenze temporanee per taxi in più sono un piccolo passo in avanti, ma non risolvono l’annoso problema della prenotazione della corsa il giorno precedente”.

“Oggi è stata approvata una mozione che apre la strada ad un miglioramento del servizio ma non entra nel merito dell’unica soluzione per noi accettabile – continua Grassi – che è quella di avere la certezza di un numero di auto attrezzate che circolano tutto il giorno per strada”.

“Attendiamo fiduciosi la modifica del bando da parte dell’assessore e degli uffici – conclude il consigliere – altrimenti si sarà solo voluto far bella figura. Non avremo così inciso e migliorato il servizio pubblico di taxi, un servizio essenziale per chi non può muoversi liberamente come qualunque altro cittadino”.

Pubblicato martedì, 14 Giugno 2016 alle 14:15