Taxi, Firenze a sinistra: “Mai stati contrari all’aumento delle licenze, ma c’è un piano organico dietro alla delibera o è il solito spot?”Proporremo che per le nuove licenze ci sia l’obbligo di attrezzare le auto per il trasporto disabili

“Non ci siamo mai sottratti dall’affrontare il dibattito sulle licenze taxi in modo aperto non chiudendo affatto all’aumento del numero delle licenze, ma ricordandosi sotto ogni punto di vista che si tratta di un trasporto pubblico e che come tale deve essere accessibile a chiunque. – affermano i Consiglieri del gruppo Firenze riparte a sinistra – Per questo la notizia del lancio di un nuovo bando per l’incremento del numero delle licenze non ci preoccupa ma vogliamo capire meglio se di fronte agli evidenti problemi che il servizio taxi sta riscontrando in Città, dal traffico per i cantieri, all’effettivo numero delle vetture circolanti, ai turni e non meno importante ai costi, la risposta dell’Amministrazione si basa su un piano organico e su valutazioni e dati tecnici o se siamo di fronte all’ennesimo solito spot politico.”
“Non cadiamo nella trappola di schierarsi come una tifoseria calcistica tra i favorevoli e i contrari all’aumento del numero, ritenendo questo solo una delle leve che il Comune può usare in una trattativa con la categoria. A noi interessa che il servizio funzioni e quindi lavoreremo per un piano organico, non pregiudiziale in cui ognuno si assume le proprie responsabilità e contribuisce a migliorare un servizio in Città, e che sia effettivamente accessibile a chiunque a partire dalle categorie più deboli ed è per questo che, qualora si proceda nell’aumento delle vetture e delle licenze in circolazione, che per le nuove licenze ci sia l’obbligo di attrezzare le auto per il trasporto disabili. Per discutere concretamente nel merito della vicenda, senza basarsi su una dichiarazione politica dell’Assessore, nelle prossime ore appena entreremo in possesso della delibera della Giunta chiederemo un incontro come gruppo consiliare ai rappresentanti dei taxi.”

Pubblicato martedì, 22 Settembre 2015 alle 12:55