Tav, Grassi: “Accolta richiesta nostro gruppo di svolgere oggi comunicazione del sindaco Nardella”

Oggi Nardella, dopo la discussione del bilancio, verrà a parlarci di Tav. Ecco se questo avverrà è grazie alla nostra richiesta di comunicazioni da parte del sindaco. Una soddisfazione per il nostro gruppo e per tutti quelli che hanno a cuore Firenze”. Così Tommaso Grassi, capogruppo di Firenze riparte a sinistra, esulta per aver raggiunto l’obettivo. E spiega: “Sono passati già troppi giorni dalla riunione romana con Rfi e Regione, ed è giusto che l’assemblea cittadina sia informata e abbia la possibilità di discutere sulle future prospettive e sull’azione dell’amministrazione comunale”.

La situazione è paradossale – continua Grassi – in estate Nardella ha fatto dichiarazioni importanti, pronto a far fuoco e fiamme, ma forse erano dettate solo dalle alte temperature, visto che adesso sembrano essersi rimangiato ogni parola e aver accettato supinamente sia il tunnel che la stazione Foster. L’unica modifica sembra essere quella relativa alla scomparsa dei centri commerciali che rispetto alla data del progetto iniziale hanno trovato collocazione in abbondanza in superficie tra Novoli e Rifredi”.

Chiederemo conto al sindaco Nardella del cambio repentino di opinione. E esprimeremo la nostra contrarietà sia al progetto – conclude Grassi – e sia per il comportamento dell’amministrazione. Una giravolta a 360 gradi, che tradisce la cittadinanza. Nelle riunioni romane si doveva alzare il tiro e ottenere il più possibile, invece si è fatto melina e messo in atto tatticismi con dichiarazioni roboanti all’esterno mentre si conduceva una trattativa per non cambiare nulla. Comune e Regione dovevano azzerare il progetto e ripartire con la presa in considerazione delle proposte alternative come l’attraversamento in superficie, o ad altre soluzioni anche sotterranee ma meno impattanti”.

Pubblicato martedì, 31 Gennaio 2017 alle 9:40