pagamento stipendi

Stipendi non pagati, Grassi: “Per Cassazione anche il committente è responsabile”

“Il Comune di Firenze vigili sugli appalti o sarà chiamato in causa”

“Prima l’appalto per le pulizie in capo a Se.Gi., poi i lavoratori degli Infopoint, tutti uniti dal solito problema e cioè il mancato pagamento o ritardo degli stipendi. In queste settimane il Comune si è sempre detto non responsabile ma ora la Cassazione dice il contrario”. Così Tommaso Grassi, capogruppo di Firenze riparte a sinistra, attacca. E spiega: “La sentenza dice in modo chiaro che il committente è responsabile solidale della mancata erogazione e quindi il Comune rischia grosso”.

“Oggi non abbiamo avuto risposte in merito ma invitiamo il sindaco a vigilare e prendere provvedimenti o sarà chiamato in causa”. 

Pubblicato lunedì, 28 Gennaio 2019 alle 17:40