Grassi, Trombi e Verdi: “Percorso Silfi condiviso. Contenti della soluzione anche se Pd non è con i lavoratori”

Siamo molto contenti che il percorso intrapreso per risolvere la situazione di Silfi abbia avuto questo esito. E’ anche grazie al contributo delle opposizioni che siamo arrivati a questo risultato”. Così Tommaso Grassi, capogruppo di Firenze riparte a sinistra in Palazzo Vecchio, commenta il voto sulla delibera per la ripubblicizzazione dell’azienda di illuminazione pubblica insieme alla Consigliera Donella Verdi e al Consigliere Giacomo Trombi. Ma dopo il voto a favore per il futuro di Silfi si infiamma subito la polemica per un ordine del giorno bocciato dal gruppo consiliare del Pd. E Grassi attacca “Chiedere una garanzia lavorativa per tutti i lavoratori, da chi è a tempo indeterminato e chi ha un contratto di tipo interinale, non interessa al partito democratico. Si lascia tutto al caso? Proprio ora che la società diventa totalmente pubblica?” E incalza: “La spaccatura all’interno del Pd si vede più che mai. Ben 5 gli astenuti che non hanno seguito il diktat dei renziani. Ma al contempo anche un rappresentante della Fiom che vota contro la tutela dei diritti dei lavoratori. Alla fine l’azienda è più a sinistra del Partito Democratico”.

Pubblicato lunedì, 23 Novembre 2015 alle 16:25