rette rsa

Sentenza su rette Rsa, Grassi: “Il Comune annullerà i contratti stipulati con gli ospiti finora applicati?”

“Il tribunale ha detto chiaramente che non sono legittimi i rapporti di natura privatistica firmati dai parenti”

“Un’ingiunzione di pagamento di 32mila euro per un ospite della Rsa Montedomini, finisce in tribunale. La famiglia, purtroppo perché ormai deceduto l’anziano, ricorre e il giudice gli dà ragione. I contratti non possono essere considerati in termini privatistici in quanto si sta parlando di un servizio pubblico e sanitario. Cosa farà adesso il Comune di Firenze?”. Così Tommaso Grassi, capogruppo di Firenze riparte a sinistra, interviene durante la seduta di ieri del Consiglio comunale. E interroga l’amministrazione: “Il Comune annullerà i contratti stipulati con gli ospiti finora applicati? Perché è chiaro che il problema sia molto consistente. Mina la base su cui poggia il sistema di gestione delle strutture assistite”.

“Ieri avrei voluto sentire altre parole e non la solita formula – conclude Grassi – in cui si dice che aspetteremo gli altri gradi di giudizio, visto che siamo solo al primo e che già in altri casi hanno visto ribaltarne l’esito in quelli successivi. La sentenza è chiara”.

Pubblicato martedì, 24 Aprile 2018 alle 11:12