Scuole dell’infanzia e asili nido, Grassi, Verdi e Trombi: “Non privatizzare e non esternalizzare, fermare gli appalti e assumere personale comunale: da oggi è possibile. Cosa aspetta il Comune di Firenze?”

Viene meno la scusa sempre accampata dalla vicesindaca Giachi per appaltare le scuole dell’infanzia: grazie all’approvazione dell’emendamento in Senato al Decreto Enti Locali è ora possibile assumere fuori dai vincoli.

“Ancora non c’è stata l’aggiudicazione definitiva dell’appalto di esternalizzazione delle attività pomeridiane in gran parte delle scuole dell’infanzia comunali e le buste per la privatizzazione di altri due asili nido dal prossimo anno ancora devono essere presentate: grazie all’emendamento approvato in Senato al Decreto Enti Locali è possibile assumere fuori dai vincoli per le strutture comunali educative ed è possibile dire basta ad esternalizzazioni e privatizzazioni.”

“Si proceda quindi ad utilizzare le graduatorie ancora valide per entrambi i settori e si rinunci a percorsi privatistici. Il Comune può spendere ulteriori 2 milioni di euro per il personale che non ha voluto iscrivere a bilancio e ancor di più possono essere le assunzioni nel settore se si considera questa importante novità.”

“Non ci sorprende che se il Pd nazionale con la Senatrice Puglisi esulta, la prima a frenare gli entusiasmi e a chiudere alla possibilità di consentire ai comuni che hanno bisogno di assumere nuovo personale per gli asili nido e le scuole dell’infanzia di procedere con le assunzioni, come più volte richiesto dall’Anci, sia stata propria la ViceSindaca fiorentina Giachi che una volta ancora conferma di avere una passione spropositata per i privati e le esternalizzazioni piuttosto che di prestare attenzione alla qualità pubblica e ai servizi comunali. – concludono gli esponenti di Firenze riparte a sinistra – Siamo proprio colpiti che a Firenze si legga questo emendamento in modo negativo quando invece a Bologna l’Assessora Marilena Pillati, ha già dato mandato agli uffici di tenersi pronti per le assunzioni: cosa non fa la ViceSindaca Giachi pur di non ammettere che la scelta adesso è solo politica e la strada intrapresa dal Comune di Firenze appare più tesa a risparmiare qualche euro per ripianare i buchi di bilancio a scapito dei servizi offerti alla cittadinanza.”

Pubblicato mercoledì, 22 Luglio 2015 alle 18:34