Piscine, Grassi: “L’amministrazione non allontana o trasferisce i dipendenti comunali indagati”

“E’ un errore non valutare tutte le possibilità in attesa della decisione del Gip”

“Due dipendenti sotto inchiesta per turbativa d’asta per l’affidamento di due piscine pubbliche. Abbiamo chiesto cosa ha intenzione di fare l’amministrazione. La risposta? Aspettiamo le decisioni del Gip. Una strategia deludente”. Così Tommaso Grassi, capogruppo di Firenze riparte a sinistra, commenta le parole dell’assessore Gianassi. E spiega: “Rispettiamo la procura e il decorso delle indagini. Avremmo auspicato però che il Comune a questo punto avesse già pensato a diverse ipotesi, qualsiasi sia l’evolversi della vicenda”.
“Le accuse sono gravi – conclude Grassi – il Comune non può trincerarsi in una posizione attendista. Speriamo solo, che non si debba poi provvedere, a correre ai ripari per non averci pensato prima”.

Pubblicato lunedì, 12 Giugno 2017 alle 17:20