Parcheggio piazza Stazione, Grassi e Galli: “Garantire piena accessibilità non è priorità dell’amministrazione”

“E’ passato quasi un anno da quando entrambi gli ascensori per risalire dal parcheggio sotterraneo di Piazza della stazione restarono fuori uso per intere settimane, con gravissimi disagi per residenti e i tantissimi viaggiatori in arrivo e in partenza da Firenze. Da allora simili disservizi si sono ripetuti regolarmente fino alla fine dell’anno quando l’ascensore in servizio al settore B si è rotto definitivamente e sono comparsi cartelli a prometterne la pronta sostituzione. Bene, anzi male, perché sono passati quasi due mesi e dobbiamo constatare che a quei cartelli se ne sono semplicemente aggiunto altri, questa volta per segnalare l’impossibilità di usare l’ascensore del settore A dal piano -3 per la rottura della pulsantiera. 

A suo tempo proponemmo provocatoriamente di lanciare una colletta per permettere di riparare gli ascensori. Da allora abbiamo dovuto purtroppo prendere atto che il problema è di tutta evidenza un altro: semplicemente non rientra tra le priorità di questa Amministrazione garantire a tutti la piena accessibilità delle strutture gestite da Firenze Parcheggi, che ricordiamo è società partecipata per il 51% delle quote dal Comune di Firenze. Infatti, anche in presenza di ascensori potenzialmente funzionanti, come nel mercato centrale di San Lorenzo, poco o nulla è stato fatto per renderli operativi entrambi e per tutto il giorno anche dal parcheggio al piano interrato, tanto che tuttora chi non è in grado di far le scale è costretto per risalire in superficie ad arrancare, con tanto di carrozzella, culla o passeggino,  per la ripida rampa di accesso carrabile”.

Tommaso Grassi – Consigliere comunale Firenze riparte a sinistra

Grazia Galli – Associazione Progetto Firenze

Pubblicato martedì, 26 Febbraio 2019 alle 11:04