out amianto

Out amianto/In fotovoltaico, Grassi: “Concluso un programma avviato dall’ex assessore”

“La Regione non sta applicando la legge del 2013 sull’amianto”

Queste le dichiarazioni del capogruppo di Firenze riparte a sinistra Tommaso Grassi

 

“Un plauso al Comune di Firenze e a Casa Spa per gli interventi del programma Out amianto In fotovoltaico che, avviato dall’ex Assessore alla casa Fantoni, è stato annunciato dall’Assessora Funaro nei giorni scorsi, si è concluso negli edifici delle residenze popolari di proprietà totalmente comunale: una buona notizia, la cui importanza ci porta a sollecitare il Comune ad avviare un piano di sostituzione dell’amianto anche in quegli edifici misti in cui gli alloggi non sono solo pubblici. La salute e la sostituzione dell’amianto con i pannelli fotovoltaici devono essere una priorità anche per i privati che in questo devono essere incentivati dagli enti pubblici anche attraverso semplificazioni e finanziamenti.”

“Certo sarebbe tutto più semplice per Comune e privati cittadini se solo la Regione rendesse applicabile, dopo 4 anni dalla approvazione, la legge sul piano regionale presentata dal Consigliere regionale Romanelli e che la Giunta Rossi non pare voglia applicare, con gravi rischi per ambiente e salute. Visti i dati Arpat relativi al 2007, gli ultimi ufficiali, che riferiscono di 806 edifici pubblici, 111 impianti industriali e 50 impianti dismessi contaminati da amianto in Toscana, una mappatura che non tiene conto di edifici privati e di medie e piccole attività industriali, manifatturiere, agricole e commerciali, la situazione è tutt’altro che tranquilla.”

“Il pericolo di usura e dispersione dell’amianto, con il passare del tempo e con i sempre più frequenti eventi meteoreologici estremi, aumenta, con gravi rischi per la salute. L’attuazione del piano della Legge Romanelli, oltre a tutelare la salute, potrebbe anche mettere in moto una economia virtuosa, per esempio rilanciando la bio-edilizia e sostituendo l’eternit con pannelli solari, estendendo anche ai privati quanto dimostrato proprio dal progetto fiorentino di Casa Spa sulle residenze popolari”.

Pubblicato venerdì, 18 Agosto 2017 alle 15:09