ludopatia

Ordinanza ludopadia, Grassi: “Gianassi da noi nessun attacco strumentale. Legga meglio i nostri comunicati”

Per Gianassi la nostra è una polemica strumentale e un attacco ingiusto alla Polizia Municipale. Si rilegga il comunicato.

“Secondo l’assessore Gianassi il nostro comunicato stampa sull’ordinanza contro la ludopatia del Sindaco Nardella sarebbe ‘un attacco ingiusto alla Polizia Municipale e una polemica strumentale sull’applicazione di un provvedimento importante e innovativo contro la ludopatia’: ma quale comunicato stampa ha letto o cosa gli hanno riportato? Se fosse bravo a fare l’assessore quanto a confondersi per i nostri interventi saremmo i primi a gioire: forse in periodo di rimpasti e di assessori in bilico è così altruista che vuol andare a far compagnia agli altri uscenti?”

“Ci permettiamo di consigliare all’assessore Gianassi di rileggersi il comunicato; scoprirebbe che le cose che abbiamo detto sono ben diverse. Non attacchiamo la Polizia Municipale e i tanti agenti che ci lavorano quanto i vertici dell’amministrazione che non sanno motivare il personale e dare le risposte ai dipendenti quando propongono soluzioni per migliorare il servizio. Avremmo preferito annotare da parte dell’esponente della Giunta così tanta attenzione verso la Polizia Municipale alla vigilia di uno sciopero o di qualche riunione sindacale, che invece si traducono sempre più spesso in un muro contro muro.”

“L’assessore ci accusa persino di non rallegrarsi del provvedimento del sindaco, quanto persino sulla stampa e nella nostra nota è ben sottolineato come il nostro gruppo sia stato ‘tra coloro che hanno fortemente richiesto da anni interventi strutturali’  e ‘ tra i primi a gioire dell’intervento di Nardella’. Un ulteriore motivo per rileggersi la nostra nota stampa e per ritenere che l’intervento di Gianassi sia stata solo una difesa d’ufficio dell’amministrazione, peraltro mal riuscita. All’Assessore chiediamo invece che fine abbiano fatto le nostre segnalazioni e quelle della cittadinanza, e come mai se un Consigliere comunale segnala un illecito la risposta del Comune è quella di essere strumentale e di voler buttarla sulla polemica politica. Ebbene, stasera saremo nuovamente nelle zone dove si registra la presenza più alta di sale slot, dalla zona di Peretola al centro, per controllare informalmente quale sia la situazione delle sale gioco con vincita in denaro a Firenze nel terzo giorno d’applicazione della nuova ordinanza sugli orari. Se vorrà, saremo ben felici, di farci accompagnare dall’Assessore Gianassi.”

Pubblicato mercoledì, 7 Settembre 2016 alle 16:19