‘Occupazione’ di Palazzo Vecchio per gli scontrini, Grassi: ” 25 ore senza mangiare, dormire e servizi igienici interdetti”

È durata 25 ore senza mangiare, dormire e con i servizi igienici interdetti all’accesso, l’attesa di Tommaso Grassi in Palazzo Vecchio “per tentare – spiega il capogruppo di Fas e Sel in Comune a Firenze – di esercitare il mio diritto di accesso agli atti”. “I cittadini e le cittadine – dice – mi hanno eletto anche per verificare l’operato della Amministrazione e voglio, come mi consente la legge, valutare se con i soldi pubblici sono state fatte scelte corrette o meno. La rilevanza etica e morale di una spesa pubblica non è una questione da sottovalutare”. Dopo 25 ore Tommaso Grassi è costretto così a lasciare Palazzo Vecchio dove era in attesa degli scontrini di Renzi e Nardella. “Lo ripeto – incalza – Volevo SOLO esercitare il mio diritto ad accedere agli atti ma mi sono stati NEGATI  nonostante ANNI di richieste. Da ieri mi hanno precluso la possibilità di mangiare, usare il bagno e farmi portare l’acqua”. “Lascio quindi il Comune di Firenze in cui tornerò domattina, lunedì, per continuare questa battaglia di trasparenza per tutti noi”.

Pubblicato domenica, 8 Novembre 2015 alle 14:46