Nidiaci. Firenze Riparte a Sinistra, Fratelli d’Italia, La Firenze Viva, Gruppo Misto e Movimento 5 Stelle: “Bocciati i nostri emendamenti”

“Distrutte le speranze e i sogni della cittadinanza dell’Oltrarno di tornare nei locali della ludoteca e nel giardino”. I gruppi delle opposizioni che hanno presentato diversi emendamenti uniti nella battaglia
“Con la bocciatura di ogni emendamento che abbiamo presentato nell’ambito del regolamento urbanistico per ripristinare i vincoli sull’area a verde e sul l’edificio che ospitava la ludoteca dei Nidiaci in Via della Chiesa sono state distrutte dalla maggioranza, dai Consiglieri e dalle Consigliere del PD con una sola, puntuale esclusione, ogni speranza è sogno della cittadinanza dell’Oltrarno che sperava fossero rispettate le promesse del sindaco Nardella in campagna elettorale e di poter tornare ad utilizzare i locali della ludoteca e di poter godere dell’intero giardino”. Dichiarano i Consiglieri Grassi, Trombi e Torselli e le Consigliere Amato, Noferi, Scaletti e Xekalos dei gruppi Firenze riparte a sinistra, Fratelli d’Italia, La Firenze viva, gruppo Misto e Movimento 5 Stelle.
“C’era stato l’impegno dell’attuale sindaco di dare battaglia al privato per rientrare in possesso della struttura e del giardino e invece abbiamo assistito alla svendita della rimozione dei vincoli in cambio di ben poco per la popolazione: la nuova ludoteca che il privato si è impegnato a costruire a proprie spese ancora non ha un progetto è una localizzazione precisa e sapere che forse potrebbero essere pagati anche gli arredi non fa che rendere ridicola ancor di più l’intera vicenda”.
“Continueremo a dare battaglia con ogni mezzo ed in ogni occasione sul tema: le abbiamo finora provate tutte offrendo alla maggioranza ogni possibile mantenimento anche parziale del vincolo, abbiamo proposto che la rimozione del vincolo non fosse permesso a chi già oggi vende su internet i nuovi appartamenti con annessi parcheggi che ad oggi, anzi fino ad oggi, non avrebbe potuto realizzare. Che vi fosse un accordo già prima delle elezioni e che lo si sia voluto solo celare per poter promettere è avere qualche voto in più é assolutamente inaccettabile”.

Pubblicato mercoledì, 1 Aprile 2015 alle 11:00