moscheamoschea

Moschea, Grassi: “Nardella balbetta dopo lo stop di Renzi alla Gonzaga”

Non può essere Firenze a scontare diatribe interne al Pd”

Niente Moschea, niente spazio per il ramadam. La comunità islamica sarà lasciata al suo destino? E i residenti di piazza dei Ciompi dovranno convivere con una situazione emergenziale?”. Così Tommaso Grassi, capogruppo di Firenze riparte a sinistra, commenta gli ultimi sviluppi della vicenda. E incalza: “Le parole del sindaco Nardella ci fanno preoccupare. Ha dichiarato che la sua posizione gli è stata fatta pagare nel Pd. Ora non è affar nostro ma se è Firenze a rimetterci, per il famigerato dialogo di partito, ci interessa e come”.

Chiediamo chiarezza e un progetto serio. Non si può giocare con le persone – conclude Grassi – e meno che mai con una comunità intera. Firenze non può scontare le diatribe interne al Pd”.

Pubblicato lunedì, 15 Maggio 2017 alle 18:01