Moschea preghiera

Moschea, Grassi: “Il Pd propone Sesto Fiorentino o le Cascine. E’ uno scherzo?”

“Ci vuole un tavolo di concertazione con tutti i soggetti interessati, nessuno escluso”

“La Moschea a Sesto Fiorentino? Il Pd affanna e cerca soluzioni fuori da Firenze. Peccato che lo faccia senza sentire il sindaco Falchi. Il gioco dello scarica barile non può essere fatto su una questione così importante. E’ inaccettabile”. Così Tommaso Grassi, capogruppo di Firenze riparte a sinistra, commenta l’annuncio di un vertice tra i sindaci dell’area metropolitana del Pd. E spiega: “Sono solo soluzioni fantasiose. Oggi leggo che il Partito Democratico di Scandicci propone addirittura le Cascine, una tensostruttura da montare all’occorrenza. O addirittura il Visarno. Ma stiamo scherzando? La comunità islamica ha bisogno di trovare un luogo adatto per poter svolgere le proprie attività”.

“Non si può giocare, serve serietà. Non diciamo di avere la soluzione in tasca – continua Grassi – ma sarebbe una buona pratica avviare un percorso condiviso. Serve una soluzione temporanea per il ramadam? Troviamola e poi procediamo in accordo con la comunità islamica per individuare un luogo adatto per la realizzazione della moschea”.

“Troppe persone sono intervenute in questa discussione e spesso lo hanno fatto con ingerenze e leggerezze. Firenze si merita di meglio – conclude il capogruppo – e nella sua tradizione di inclusione e rispetto si creino le condizioni per un tavolo partecipato da tutti i soggetti interessati, nessuno escluso”.

Pubblicato venerdì, 28 Aprile 2017 alle 11:14