Morosità incolpevole, Grassi: “Cambiare requisiti per il contributo. Sosteniamo la proposta dei sindacati”

“Dobbiamo cambiare i requisiti per la morosità incolpevole. Il sistema di erogazione dei fondi non funziona e la maggioranza delle risorse non arriva a chi ne ha bisogno. Sosteniamo la proposta dei sindacati”. Così Tommaso Grassi, capogruppo di Firenze riparte a sinistra, aderisce alla proposta del Sunia. E spiega: “Il contributo è utile in situazioni specifiche per evitare di arrivare all’emergenza, ma i requisiti e i criteri devono essere flessibili e adeguabili dai Comuni. Non in tutte le zone della Toscana sono uguali i bisogni. Parlano chiaro i dati usciti sulla stampa e che presentano un disegno variegato tra le province.

“Altro discorso invece per i contributi affitto – conclude il capogruppo -: bisogna che la Regione faccia la sua parte e ripristini i fondi degli anni passati. Non può scaricare tutto il peso sui Comuni”.

Pubblicato lunedì, 19 Novembre 2018 alle 18:26