IMG_8951 copiaIMG_8938 copiaIMG_9036 copiaIMG_9027 copiaIMG_9115 copiaIMG_9029 copiaIMG_8985 copia

Montanari su Grassi: “La sua è la città di don Milani, non di Bini Smaghi. Per questo lo voterò”

Più di settanta persone hanno affollato oggi pomeriggio la Sala delle Leopoldine in piazza Tasso per l’incontro-evento “Comunica Cultura, Crea Lavoro”. Oltre a Tommaso Grassi, candidato sindaco della coalizione lista civica Firenze a Sinistra, Sel e Prc, erano presenti Giorgio Bonsanti, professore ordinario Università di Firenze, Ornella De Zordo, docente all’università e consigliere comunale di PerUnaltracittà, Tomaso Montanari, professore associato di Storia dell’Arte Moderna all’università di Napoli e firma de Il Fatto Quotidiano, ed Ennio Passalia, storico, lavoratore precario del Maggio Fiorentino.
“Il modello di cultura e di Firenze di Grassi – ha detto Tomaso Montanari – è del tutto diverso da quello seguito fino ad oggi. La sua è una città che connette la cultura direttamente alla cittadinanza, una città capace di crescere e alimentare una vera integrazione, una città che apre il suo patrimonio culturale agli ultimi. Quella di Grassi è la città di don Milani, non di Bini Smaghi. Ed è per questo che lo voterò“.
IMG_8951 copia IMG_8938 copia IMG_9036 copia IMG_9027 copia IMG_9115 copia IMG_9029 copia IMG_8985 copia Foto di Eleonora Cagnani

Pubblicato lunedì, 19 Maggio 2014 alle 19:27