Mercurio al Meccanotessile. Poca trasparenza o incapacità? Nel frattempo l’inaugurazione si allontana.

Grassi: “Meccanotessile, chiarezza sui metalli pesanti nel terreno”

Affondo del capogruppo FaS: “Dopo 30 anni restituire l’area ai cittadini”

 

“E’ impensabile che nessuno, andando a intervenire in un’area industriale del genere, abbia pensato di fare un carotaggio dei terreni o una verifica più approfondita. Com’è possibile lasciar correre e ignorare quanto accade all’ex Meccanotessile? Sulla scoperta di metalli pesanti nel terreno scavato per il nuovo giardino a Rifredi bisogna fare chiarezza. E subito. Perché siamo davanti a un’Amministrazione che a distanza di pochi giorni passa, con leggerezza, dal sostenere a spada tratta il cantiere dicendo che non c’è alcun imprevisto, a rinviare i lavori sine die”. Incredulo e agguerrito, sulla questione ex Meccanotessile il capogruppo di Firenze riparte a Sinistra con Fas, Sel e Prc Tommaso Grassi ha in serbo per l’Amministrazione una domanda d’attualità da sfoderare nel Consiglio comunale di oggi. “Va fatta chiarezza sulle concentrazioni e sulla tipologia dei metalli pesanti rinvenuti nei terreni del futuro giardino – esordisce Grassi – e deve essere chiarito il momento in cui si sono avute le prime avvisaglie del ritrovamento inquinante. Possibile che nessuno abbia pensato a un carotaggio dei terreni e a delle analisi?”. “Di certo – continua il capogruppo – i costi per la bonifica del terreno dai metalli lieviteranno rispetto ai già non irrilevanti 1,3 milioni di euro stanziati per l’area verde. E questo farà sì che il tempo possa dilatarsi ancora di più: quest’area deve essere restituita ala cittadinanza senza perdere ancora tempo. Mi pare che 30 anni sia un’attesa troppo lunga. Allora si sacrifichi la realizzazione della fontana da 400.000 euro, che a nostro avviso è troppo costosa e inadatta al contesto, e si restituisca l’area pubblica ai fiorentini”. “Si faccia anche chiarezza però su altri aspetti. In testa sul trasferimento dell’Isia all’edificio dell’ex Meccanotessile. Qui, tirando le somme, i 2 milioni di euro finora ipotizzati sembrano davvero pochi per un recupero serio e concreto. Basta fare un paragone guardando indietro nel tempo: per il consolidamento delle strutture a metà degli anni 2000 erano stati stanziati oltre 12 miliardi di lire. Si pensa che 2 milioni di euro adesso bastino?”. A seguire la domanda d’attualità ad uso della stampa. Oggetto: terreno inquinato all’ex Meccanotessile e futura destinazione edificio Il sottoscritto Consigliere comunale, Preso atto delle concentrazioni di metalli pesanti nel terreno scavato nell’area del giardino dell’ex Meccanotessile cosi come riportato ripetutamente sulla stampa cartacea e su internet nei giorni di venerdì 10 e sabato 11 ottobre 2014 Considerato che ad una nostra segnalazione durante la scorsa estate quando i lavori erano fermi e i cumuli di terra coperti da teli l’amministrazione comunale aveva risposto che non c’erano state problematiche impreviste o problemi di bonifica ma si era in attesa della risposta da.parte del genio civile riguardo al collaudo delle opere di bonifica anche bellica già effettuata Visto che il Comune effettuerà delle analisi supplementari e sarà necessario approntare un ulteriore piano di bonifica delle terre ma che i costi inevitabilmente saliranno oltre i 1.3 milioni di euro finora destinati all’opera Considerato che la realizzazione del nuovo giardino nell’area dell’ex Meccanotessile con un prato, degli alberi, una fontana e dei giochi per bambini ha ricevuto uno stop che avrà una durata non breve Considerato che il terreno scavato è stato accumulato ai margini dell’area di cantiere per analizzarlo cosi da valutare se era possibile riutilizzarlo, ma così come nel fondo dello scavo composto dai vecchi terreni sono state rilevate delle concentrazioni di metalli pesanti che non sono adatte alla realizzazione di giardini, anche se tale terra potrebbe essere utilizzata per realizzare strade e parcheggi Visto che questa fase è obbligatoria prima di iniziare i lavori per realizzare il giardino e installare gli arredi e i giochi Su interroga l’amministrazione comunale per sapere Quali siano le concentrazioni e quali i metalli pesanti trovati nei differenti terreni del futuro giardino dell’ex Meccanotessile e in che data si sono avute le prime avvisaglie del ritrovamento Quali saranno le spese aggiuntive che il Comune dovrà sostenere per il ritrovamento dei terreni inquinati e in che tempi riprenderanno i lavori e saranno conclusi i lavori Se sono stati effettuati dei carotaggi nei terreni durante la fase della progettazione e della elaborazione dello studio di fattibilità e in tal caso chi ha effettuato le analisi e quali siano stati gli esiti delle analisi Se alla base della delibera di trasferimento dell’Isia nell’ex Meccanotessile è stato fatto uno studio dei costi e se questa corrisponde ai fondi attualmente disponibili.

Pubblicato lunedì, 13 Ottobre 2014 alle 15:48