Maggio musicale fiorentino, Grassi: “Il Pd si dice preoccupato per il report di Pinelli. Ma Bianchi è sempre al suo posto”

“L’assessore Gianassi copre il sovrintendete Bianchi e sconfessa l’esperto Pinelli. Il piano di risanamento funziona e fa raggiungere alla fondazione del Maggio il pareggio. Pinelli sostiene che l’esercizio nei primi 6 mesi è in forte perdita. Chi è che ha ragione?”. Così Tommaso Grassi commenta la risposta in aula consiliare riguardante i conti della fondazione lirico sinfonica fiorentina. E ribadisce “Sono mesi che stiamo chiedendo di poter vedere il famigerato piano di rilancio. Per ora abbiamo visto solo il licenziamento del personale e lo smantellamento dei tersicorei. E ancora il sindaco Nardella sfugge al confronto e non chiarisce la posizione del Comune di Firenze”. “Ci chiediamo come sia possibile continuare a confermare la fiducia in Bianchi. Che si è dimostrato ancora una volta incapace di ricoprire il suo ruolo. Tutto mentre vediamo distruggere un pezzo alla volta il Maggio musicale fiorentino”.

Pubblicato mercoledì, 9 Dicembre 2015 alle 14:10