Linguaggio di genere. Approvato emendamento del Gruppo Firenze Riparte a Sinistra con SEL, FaS,PRC.

Da oggi il linguaggio di genere troverà applicazione nel Nuovo Regolamento del Consiglio Comunale.

Grazie all’emendamento presentato dal nostro Gruppo il percorso avviato dalla Commissione e al Comitato per le Pari Opportunità con l’Accademia della Crusca nella precedente Amministrazione ha trovato applicazione nel testo del Regolamento.

L’emendamento è stato approvato a larga maggioranza tranne il Gruppo di Forza Italia.

Il consigliere Tenerani ha argomentato il voto contrario dicendo che l’uso del genere femminile non è gradevole all’udito e che ci sono questioni più importanti che riguardano le donne.

Il consigliere Razzanelli in un Comunicato ha affermato che usare il femminile e il maschile “è una confusione creata ad arte da certi ambienti femministi”.

Al consigliere Tenerani vorremmo dire che il fastidio è dovuto proprio all’uso, fatto da sempre, del maschile come definizione esclusiva per tutti i generi e che l’introduzione di un linguaggio non discriminatorio non è scisso dalle altre battaglie delle donne, e al consigliere Razzanelli, che le sue affermazioni sono la dimostrazione che delle pratiche scaturite dal pensiero femminista c’è ancora tanto bisogno.

Pubblicato giovedì, 15 Ottobre 2015 alle 17:22