La riforma dell’Irpef per i redditi bassi: pagare zero da subito, senza perdere servizi facendo pagare un pò di più ai redditi alti. Semplice.

Grassi: “Irpef, anticipare azzeramento già nel 2014”

La soluzione del capogruppo di Firenze riparte a sinistra:  “Proporremo emendamento per cancellarlo subito sotto i 25mila euro”
“Come? Andando a toccare i redditi più alti senza tagliare i servizi”

 

Anticipare l’azzeramento dell’Irpef è possibile. E si può fare anche subito, secondo Tommaso Grassi, capogruppo di Firenze riparte a sinistra con Sinistra ecologia libertà, Firenze a sinistra e Rifondazione comunista. La soluzione di Grassi è semplice: andare a toccare i redditi più alti.
“Decidere di azzerare l’Irpef – esordisce il consigliere – è  una scelta condivisibile che avevo già proprosto nello scorso mandato e venne bocciata dalla giunta Renzi. Giunta di cui per anni, ricordo, ha fatto parte anche Nardella. La riproposi in campagna elettorale. Bene quindi che ora ci si accorga che c’era questa necessità, che si sia cambiato verso”. Ma, incalza, “si potrebbe fare di più”.
“Credo infatti – spiega Grassi – che poteva esser fatto di più se la minor entrata veniva recuperata non dal taglio di servizi ma dai redditi più alti. Ecco, questo obiettivo lo riproporremo come gruppo con un un emendamento”. E anzi, “con i consiglieri di Firenze riparte a sinistra con Sinistra ecologia libertà, Firenze a sinistra e Rifondazione comunista Giacomo Trombi e Donella Verdi – rincara il capogruppo Grassi – ci poniamo l’obiettivo più ambizioso: quello di anticipare l’azzeramento dell’Irpef per i redditi sotto i 25mila euro già nel 2014”.
“E’ possibile farlo – conclude l’esponente di Firenze riparte a sinistra con Sinistra ecologia libertà, Firenze a sinistra e Rifondazione comunista – ed è una scelta che ci aspettiamo da un’amministrazione di sinistra. Per questo ci auguriamo che il nostro emendamento venga accolto in un’ottica propositiva e costruttiva per tutti i fiorentini e le fiorentine”.

Pubblicato mercoledì, 9 Luglio 2014 alle 12:40