bandiera-palestina1israelo-palestinese

Commissione Pace e Diritti umani boccia la Risoluzione proposta da Firenze Riparte a Sinistra su questione israelo-palestinese

Il Consiglio Comunale tra il 2014 e il 2016 ha approvato tre risoluzioni sulla questione israelo-palestinese: una per il cessate il fuoco e le altre due per il Riconoscimento dello Stato Palestinese.

Con la Risoluzione bocciata dalla Commissione Pace era intenzione compiere un passo in più per arginare le emergenze che impediscono al popolo palestinese di avere un proprio territorio e per il ripristino dei diritti umani, per far tacere la politica delle armi e riaprire il dialogo anche attraverso la cessazione dei rapporti economici e tecnici al dispositivo militare israeliano. Alla sospensione dell’accordo europeo-israeliano di Associazione per violazione dell’art. 2 sui diritti umani. A scoraggiare la politica espansionistica di occupazione dei territori interrompendo i flussi import-export provenienti dai territori occupati e per riportare il territorio palestinese, almeno, ai confini, seppure favorevoli a Israele, della Risoluzione 242 e mai rispettati.

A chiedere a Israele il rispetto dei diritti umani e delle convenzioni internazionali a partire dalla liberazione dei prigionieri politici e per togliere Gaza dall’isolamento in cui si trova e sostenere interventi umanitari e sanitari per affrontare le necessità immediate della popolazione di Gaza.

Purtroppo il popolo palestinese è sotto una perenne occupazione militare e non è possibile ignorare la differenza tra chi occupa e chi è occupato ed è altrettanto importante sostenere tutti coloro che in Israele sono per il dialogo e per una soluzione non violenta.

Giustizia e non violenza sono alla base di un mondo senza armi e guerre per questo elemento indispensabile è il rispetto della legalità internazionale e dei diritti umani.

Pubblicato mercoledì, 13 Aprile 2016 alle 16:54