san marcellino

Inchiesta piscine, Grassi: “L’assessore chiarisca la sua posizione e quella dell’amministrazione”

“Se non sarà convincente chiederemo una commissione d’inchiesta sulla gestione degli impianti sportivi”

“Di fronte all’inchiesta di oggi, con 8 indagati tra cui l’assessore allo sport. riteniamo sia indispensabile che Vannucci possa chiarire il prima possibile la sua posizione e quella dell’Amministrazione. Nell’interesse della trasparenza e nel rispetto dei cittadini lunedì chiederemo un intervento dell’assessore e se la sua versione dei fatti non sarà convincente proporremo, aperto al contributo delle altre opposizioni e della maggioranza, una Commissione consiliare d’indagine sulle assegnazioni degli impianti sportivi”. Così Tommaso Grassi, capogruppo di Firenze riparte a sinistra, interviene sul caso delle irregolarità di assegnazione di gestione di due piscine fiorentine. E incalza:”Abbiamo chiesto più volte a Nardella lumi sulla gestione degli impianti sportivi e in particolare sulle piscine. Il perché è molto semplice, molti aspetti non combaciavano con la regolarità della legge. Finché in Consiglio comunale abbiamo denunciato la situazione anche poche settimane fa. Ma abbiamo solo ricevuto riposte di circostanza. Ora non bastano più”.

“Non vogliamo sostituirci alla giustizia – conclude Grassi – ma è nostro compito e dovere fare chiarezza amministrativa e politica sulle procedure, sulla gestione e sul controllo degli impianti sportivi, non solo quelli natatori. Anche per il periodo in cui, assessore allo sport, era Nardella”.

Pubblicato mercoledì, 21 Giugno 2017 alle 16:12