inaugurazione sottopasso

Inaugurazione sottopasso Strozzi, Grassi: “Un harakiri politico”

“Un buffet inappropriato. Nardella chieda scusa a tutti”

“L’inaugurazione del sottopasso la posso definire solo in un modo: un harakiri politico di Nardella. Un buffet inappropriato che non ha fatto altro che far imbestialire i fiorentini”. Così Tommaso Grassi, capogruppo di Firenze riparte a sinistra, commenta durante la seduta odierna del Consiglio comunale. E attacca. “A poco valgono le parole dell’assessore Giorgietti, che si è arrampicato sugli specchi per difendere l’evento. Non è possibile scaricare la responsabilità su chi ha organizzato il tutto”.

“E neppure che la cartellonistica era chiara e corretta. Ora – continua Grassi – vuol dire quindi, che tutti coloro che per ben 3 ore sono rimasti imbottigliati nel traffico, non sanno leggere? E’ un insulto all’intelligenza di coloro che hanno subito una situazione di disagio vero”.

“E poi è vero che noi consiglieri eravamo a conoscenza dell’evento – conclude il capogruppo – ma non per questo la maggioranza può sostenere che eravamo d’accordo, anche perché ci è stato impossibile partecipare. Eravamo tutti imbottigliati nel traffico. L’unica cosa saggia da fare è che Nardella chieda scusa, a tutti, per la leggerezza con cui delega l’organizzazione di eventi di questo tipo”.

Pubblicato lunedì, 5 Giugno 2017 alle 16:16