guida turistica

Guide turistiche. Grassi (Frs-SI): “Ok mozione del Pd, vedremo come il Pd voterà sulla tutela della professione delle guide turistiche”

“Ci sorprendiamo che il Pd abbia voluto far polemica sul nostro voto in Commissione Sviluppo Economico sulla mozione presentata da Giorgetti e Bieber sull’introduzione e sull’obbligo d’esposizione di un patentino elettronico per risolvere il fenomeno delle “guide abusive”: la condividiamo – aggiunge il capogruppo di Firenze Riparte a Sinistra – Sinistra Italiana Tommaso Grassi – ma come abbiamo detto anche stamani la riteniamo parziale in quanto non affronta il tema degli effetti che da febbraio potranno esserci una volta che verrà meno la salvaguardia del decreto ministeriale sui siti speciali, tra cui molti a Firenze. Voteremo sicuramente l’atto in aula e come dichiarato espressamente stamani in commissione abbiamo voluto con il nostro ‘non voto’, assolutamente non influente sull’esito positivo della mozione, garantire non permettendo l’espressione unanime che avrebbe permesso ai presentatori di votare l’atto in aula senza discussione, invece di parlarne in aula con la possibilità da parte nostra di presentare e far votare dall’aula un atto collegato più complessivo sul tema delle guide turistiche”
“Avevamo provato a chiedere di fare una mozione in Commissione che tenesse conto delle sensibilità di ciascuno sugli esiti del decreto Franceschini sul settore delle guide turistiche ma purtroppo il rifiuto del presentatore Bieber e del Presidente Giorgetti non ci ha lasciato altra soluzione che far così. Pura tattica, la nostra, per poter avere in aula l’opportunità di difendere la professionalità delle guide turistiche a Firenze: capiamo – conclude Grassi – il fastidio della maggioranza di doversi esprimere a breve su un nostro atto che renderà palese l’immobilismo della Regione, governata dal Pd, che non ha approvato in questo anno e mezzo alcun atto ed emesso il bando per l’abilitazione e che con la decadenza della norma di salvaguardia a febbraio prossimo potrebbe portare persino a penalizzare le guide toscane rispetto a quelle estere, tutto ciò che in una precedente mozione approvata dal Consiglio comunale all’unanimità auspicavamo non avvenisse”.

Pubblicato martedì, 12 Luglio 2016 alle 13:38