Guardie ambientali volontarie, Grassi: “C’è bisogno di chiarezza sul ruolo e le funzioni”

“Assumiamo un numero congruo di ispettori ambientali per contrastare il fenomeno dell’abbandono di rifiuti”

“Le guardie ambientali volontarie non possono sanzionare, non possono essere armate e la loro funzione è solo di vigilanza e report alla Polizia Municipale. Questo deve essere chiaro per tutti, come lo deve essere il fatto che da sole non riusciranno ad arginare il fenomeno dell’abbandono di rifiuti pericolosi. Servono gli ispettori ambientali. Lo diciamo da molto tempo”. Così Tommaso Grassi, capogruppo di Firenze riparte a sinistra, interviene durante il question time. E spiega: “Siamo contenti di aver sentito questi tre principi confermati dalle parole dell’assessore Gianassi. E siamo certi che saranno da monito a chi invece ipotizza scenari ben diversi e al tempo stesso del tutto illegittimi”.

“Saranno assunti gli ispettori ambientali, che sono le figure fondanti per un monitoraggio serio e tempestivo. E chiediamo di nuovo – continua Grassi – che qualora si trovassero delle nuove risorse in Alia, questi soldi siano spesi per assumerne altri. I dati ascoltati oggi, confermano che sia necessario un investimento in tal senso per contrastare con forza il fenomeno”. 

Pubblicato lunedì, 4 Febbraio 2019 alle 15:48