luna parkfacolta agraria

Luna Park alle Cascine, Grassi: “Sostegno scuola di Agraria. In quelle condizioni non è facile fare didattica né ricerca”

Firenze Riparte a Sinistra dà il suo pieno sostegno alla scuola di Agraria di Firenze che, come denunciato dal preside prof. Ferrini, si trova nelle condizioni di dover svolgere parte delle proprie attività con un ingombrante sottofondo musicale.
Il Luna Park che da Dicembre è stato installato nel Piazzale delle Cascine, con l’arrivo della bella stagione ha infatti cominciato ad alzare la musica molto presto, per attirare i visitatori, ma questo rende difficoltoso, e talvolta impossibile, svolgere attività di didattica e ricerca negli edifici che stanno di fronte, come denunciato dal preside anche attraverso un video che ha postato sulla sua pagina Facebook.
La risposta dell’amministrazione è giunta, a mezzo stampa, dopo oltre tre mesi, ed è stata delle peggiori: il Luna Park non si sposta. Ma non solo, non è stato espresso nessun tipo di scusa e neppure di comprensione, anzi: Bettarini sostanzialmente ha detto che non risulta che faccia tutto questo rumore né che dia fastidio, perché gli orari sono diversi.
Insomma, dopo l’aeroporto, il cui ampliamento renderà impossibile l’attività di ricerca in alcuni laboratori del polo scientifico di Sesto, adesso tocca al Luna Park.
È triste, ma l’impressione che si ha è che per la nostra amministrazione comunale l’Università sia percepita con fastidio, come un qualcosa di marginale che ogni tanto si permette anche di scocciare. Tanto da meritare risposte tardive, arroganti e scortesi.
Cercheremo di far luce per quanto di nostra competenza e di fare in modo che alla scuola di Agraria arrivino delle risposte, magari cortesi, e delle soluzioni.

Pubblicato venerdì, 25 Marzo 2016 alle 13:12