Grassi e Verdi: “La ViceCapogruppo PD Paolieri si informi prima di parlare. Non contestiamo l’istituto dell’articolo 90 quanto l’uso intensivo fatto da Nardella.”

Noi in aula ci siamo stati e penso che si sia notato.
“La ViceCapogruppo del Pd che ci ha risposto stizzita alla nostra nota stampa sulle due nuove assunzioni effettuate tra Natale e Capodanno dal sindaco Nardella con l’istituto dell’articolo 90 del TUEL farebbe bene ad informarsi e a fare i conti prima di parlare. A Sesto Fiorentino gli assunti a chiamata sono due soltanto: il capoufficio stampa e il caposegreteria del sindaco. Questo è il vero senso dell’istituto previsto dalla normativa nazionale, dare la possibilità al sindaco di nominare alcuni propri collaboratori di fiducia nei punti chiave della struttura politica, non quello certo di riempire uffici e stanze del sindaco di assunti a chiamata tra amici e sostenitori.”
“Peraltro anche la retribuzione che viene assegnata all’assunto cambia e basta vedere i dati pubblicati per rendersi conto che il costo dei due assunti a Sesto Fiorentino costano alla collettività meno del solo assunto da Nardella con la minima indennità accessoria. E non si venga a chiamare in causa la differenza che c’è tra la Città di Firenze e quella di Sesto Fiorentino perché in una giornata le ore sono per tutti 24, e quelle al massimo si può lavorare. Infine riguardo alla nostra presenza in aula nei giorni di votazione del bilancio penso che la si sia notata e che su questo punto non ci sia, da parte nostra, nulla da aggiungere.”

Pubblicato sabato, 30 Dicembre 2017 alle 10:44