Gore, Grassi: “Periferie più vivibili, ecco cosa serve al Galluzzo”

“E’ sconfortante constatare quanto le zone più periferiche siano state abbandonate, nel tempo, dall’Amministrazione”. Esordisce così il candidato sindaco della coalizione Firenze riparte a Sinistra (Sel, Prc, lista civica Firenze a Sinistra) Tommaso Grassi dopo aver incontrato un gruppo di residente della Gora, zona ai margini del Galluzzo.  “Abbiamo ascoltato i cittadini – dice Grassi – e abbiamo concordato alcune proposte concrete per la zona.  Ci impegniamo a realizzarle nel momento in cui governeremo Firenze. Innanzitutto ci vuole un maggior controllo sui rifiuti: ci hanno segnalato troppi casi di abbandono e di incuria, con tanto di amianto lasciato per strada”. “Poi – continua – è urgente realizzare dei marciapiedi che siano anche a misura di disabili con discese e attraversamenti pedonali fino al Galluzzo. Adesso i residenti sono penalizzati e gli anziani e le persone in carrozzina, così come i genitori che hanno bambini piccoli, sono costretti a camminare in mezzo alla strada. E’ una situazione inaccettabile – incalza Grassi – alla quale una città ben amministrata deve porre rimedio subito”. 
“Anche la sosta – continua Grassi – è un tasto dolente per i residenti: i posti auto sono insufficienti e tutti lungo la via Volterrana. La nostra proposta è di realizzarne uno con un’area verde annessa e un parco giochi inserito nel contesto agricolo della zona. Questo risolverebbe molti problemi e renderebbe le Gore più vivibili”. “A tutto ciò si aggiunge la necessità di aumentare i percorsi verdi pedonali e ciclabili, prevedendo il recupero del percorso esistente in collaborazione con il Consorzio di bonifica. Per avere un itinerario che colleghi la Gora alla Certosa arrivando anche alla piazza centrale del Galluzzo”. “E’ con i piccoli interventi – conclude il candidato sindaco – che si risolvono i problemi della città intera senza tralasciare alcune zone: le periferie hanno la stessa dignità di altri quartieri più centrali”.

Pubblicato mercoledì, 14 Maggio 2014 alle 10:42