Giardino Ardiglione

Giardino via dell’Ardiglione, Scaletti, Grassi, Amato, Rossi: “Cittadinanza, bambine e bambini hanno vinto”

“A breve la discussione in Commissione di un atto di indirizzo per nuovi investimenti nel giardino e per non chiudere la ludoteca di Via Maffia”

Queste le dichiarazioni di Cristina Scaletti (La Firenze viva), Tommaso Grassi (Firenze riparte a sinistra), Miriam Amato (Potere al Popolo) e Alessio Rossi (Art.1-Mdp)

“Stamani in Commissione Urbanistica è stato presentato il nuovo progetto della struttura di Via dell’Ardiglione, dentro l’area a verde dei Nidiaci: la cittadinanza, le bambine e i bambini hanno vinto. All’interno del vecchio manufatto ci sarà uno spazio polivalente, per libri, arte, musica, bambini, anziani e famiglie, lo spazio per gli spogliatoi a supporto delle preziose attività sportive che avvengono giornalmente dentro il giardino, e un recupero integrale della funzionalità dello spazio come volevano i cittadini. Siamo soddisfatti di aver condotto e portato un risultato concreto per la Città.”

“La storia dell’area di via dell’Ardiglione , denominata Nidiaci, porta con sé tutte le contraddizioni che per anni hanno visto un tira e molla fra cittadini, amministrazione e la vecchia proprietà, con quest’ultima che ha talvolta influenzato pesantemente le scelte del Comune di Firenze nella gestione dell’area e che oggi con il passaggio alla nuova proprietà si è persino corso il rischio di rimettere in discussione il futuro dell’intera area stessa.”

“Dopo mesi e mesi di discussione è chiaro che l’amministrazione ha capito le esigenze della cittadinanza che ogni giorno frequenta lo spazio a verde. Un grazie alla nuova proprietà che, nonostante non fosse obbligata, come avevamo sostenuto in passato, a subentrare nell’atto unilaterale d’obbligo che destinava i fondi per la ristrutturazione della palazzina, non solo ha confermato l’aspetto economico ma ha dimostrato molta più disponibilità, rispetto alla precedente proprietà, che certo non rimpiangeremo, ad accogliere le richieste della cittadinanza e al confronto con essa.”

“Adesso è giunto il momento di dare chiari indirizzi anche sul futuro, per questo abbiamo chiesto che a breve avvenga la discussione in Commissione dell’atto di indirizzo, già depositato, per nuovi investimenti nel giardino, dall’illuminazione agli arredi, e per scongiurare, rispetto alle preoccupanti voci che iniziano a circolare, la presunta chiusura della ludoteca di Via Maffia”.

Pubblicato mercoledì, 20 Febbraio 2019 alle 17:47