Giacomo Trombi (Frs-SI): “Una serata su alcuni temi della politica nazionale che il Partito ha scelto come target per il progetto politico di alternativa che sta portando avanti”

Martedì 11 luglio, alle 21,15, sotto il ponte di Varlungo

Presentata stamani – alla presenza anche del Consigliere comunale di Firenze riparte a sinistra Giacomo Trombi – la serata antiproibizionista che Sinistra Italiana del Quartiere 2 insieme al circolo Aria Nuova di Possibile, e al negozio di Santa Planta hanno organizzato per il prossimo 11 luglio alle 21.15 alla festa sotto il ponte di Varlungo. L’iniziativa dal titolo provocatorio ‘Mamma, se mi faccio una canna… muoio?’ è il primo appuntamento in cui il Circolo di Sinistra Italiana del Quartiere 2/Fiesole, coordinato da Vania Valoriani, ha deciso di puntare su alcuni temi della politica nazionale che il Partito ha scelto come target per il progetto politico di alternativa che sta portando avanti, come si evince anche dal sito nazionale. Fra questi il Circolo nel suo Primo Congresso dello scorso 8 giugno ha scelto “Cannabis Legale”http://www.sinistraitaliana.si/materiale/cannabis-legale/ e “Povertà non è per Sempre” sul reddito minimo garantito http://www.sinistraitaliana.si/materiale/campagna-poverta-non-e-per-sempre/
Con l’iniziativa di martedì 11 Luglio presso la Festa del Circolo La Loggetta Sull’Arno a Varlungo, Via della Funga, Sinistra Italiana Firenze insieme a Possibile, apre la sua stagione politica nella zona invitando a una cena in compagnia, per aiutare il Circolo colpito dall’uragano scorso, e alle 21.30 inizia una bella e interessante serata con tanti ospiti davvero informati ed informanti.
Cominceremo sorridendo con Le Riformine (Fiamma Negri e Giusi Salis) per proseguire con chi di legge se ne intende, essendo l’On. Daniele Farina una guida per la realtà milanese più avanzata dei Centri Sociali come il Leoncavallo, e non solo, che sa scrivere decreti per legalizzare non una sostanza ma un fenomeno sociale praticamente innocuo se regolato adeguatamente e intelligentemente; ne parleremo anche con chi ci sa spiegare effetti e nocività, perché ce ne sono, cioè con un famoso Tossicologo, il Dr. Santalucia. Ma ci sono anche tanti benefici dalla canapa: economici, come ne sta trovando e facendo trovare il Dr. Luca Maròla di Parma che ha appena fondato e inaugurato la sua Easy Joint, una provocazione? Forse. Un abbocco per chi corre a “consumare”? Può essere. Chiediamoglielo! Certo è che c’è chi ha molta buona fantasia e si è inventato un nome incredibile come “Associazione Comunisti in Erba” e solo per questo merita un premio ma, purtroppo, si è beccato una malattia ma, grazie anche al Dr. Santalucia, riesce a godere dei benefici della Cannabis Terapeutica. Ne parliamo, infatti, con Osvaldo Giovannini e Catiuscia Ficcanteri.
Cercheremo ancora di “interrogare” l’On. Deputato perché ci confermi ciò che ha appena affermato la DIA, il 27 maggio di quest’anno: ma veramente sono tutti soldi buttati quelli che impieghiamo nella lotta allo spaccio delle droghe leggere? E che i costi sociali sono altissimi? Che fermare dei minorenni può equivalere a sconvolgere la vita di adolescenti, a volte, “per bene”?
Davvero il Dr. Roberti, a capo della DIA ha esposto i benefici della legalizzazione, paragonando l’uso della cannabis oramai al pari di quello del tabacco solo che gestito dalla malavita mafiosa?
Crediamo che su tutti questi temi, ma che soprattutto su quest’ultimo tema, gli studenti dell’UDU e dell’SdS siano parecchio stimolati ad intervenire.

Pubblicato sabato, 8 Luglio 2017 alle 10:32