#Firenzeasinistra su “Il sito di Firenze”

Immagine articolo - Il sito d'Italia

Docenti, educatori, studenti, professori universitari, medici, ricercatori, artisti e musicisti. E un’imprenditrice, un commerciante, un metalmeccanico, esponenti del mondo ecologista, animalisti, attivisti per i beni comuni, tre funzionari della Regione, una dipendente della Provincia, un macchinista teatrale del Verdi, un ballerino del Maggio.

E’ uno spaccato della lista Firenze a Sinistra con Tommaso Grassi presentata stamani alla sede del Comitato elettorale di via San Niccolò 35r. “Vogliamo governare la città – afferma il candidato sindaco Tommaso Grassi – e qui ci sono molte persone competenti e capaci che hanno intenzione di portare la loro professionalità ed esperienza al servizio di Firenze”. “Abbiamo una visione complessiva della città – aggiunge Grassi – che deve avere interlocutori credibili e merita un sindaco che sia sempre presente, che lavori a tempo pieno e sia capace di ascoltare tutti e progettare una mobilità diversa, in ottica metropolitana, fornendo servizi efficienti”. “Ci candidiamo da sinistra con persone di sinistra e un programma di sinistra che sa però rivolgersi all’intera città e confrontarsi con i problemi quotidiani. Questo facendo una seria proposta di Governo che parla agli astensionisti, agli scontenti del Pd e ai delusi dalle logiche della vecchia politica che intendiamo superare con la partecipazione e la trasparenza. Per questo – aggiunge il candidato sindaco – ci sono candidati che vengono dall’esperienza delle assemblee dei movimenti e dalla sinistra diffusa, esponenti delle maggiori vertenze cittadine, sindacalisti confederali e di base, insieme a personaggi del mondo dell’istruzione, della cultura ed alcuni esponenti provenienti dal Pd”.

La lista, composta per il 50% da donne (ricordiamo che la legge prevede una rappresentanza del 30%, ampiamente superata), vanta alcuni candidati giovanissimi tra cui un ragazzo di 19 anni e uno di 21, entrambi studenti. E persone di grande esperienza – moltissimi i laureati e plurilaureati – come Ermanno Bonomi, direttore Apt di Firenze e Pisa, e il docente universitario Marcello Buiatti, professore di Genetica. A capo della lista Giacomo Trombi, ricercatore universitario precario che proviene dall’esperienza dell’assemblea cittadina della sinistra diffusa. Oltre a loro, infine, Miriam Massai, biologa, tecnico di laboratorio a Careggi, del gruppo Musiquorum.

Di seguito le biografie di tutti i candidati:

Giacomo Trombi, 36 anni, ricercatore alla scuola di Agraria, si occupa di studiare i cambiamenti climatici e il loro impatto sull’agricoltura. Nato a Parma è arrivato a Firenze da bambino: ha frequentato le prime scuole a Fiesole, poi le superiori al Machiavelli e l’università ad Agraria. Ha lavorato in molti progetti europei e internazionali e si occupa di studiare i cambiamenti climatici e il loro impatto sull’agricoltura. Papà di Giuseppe e Anita e marito di Paola, nel 2012 è andato a vivere a Vienna per tornare quest’anno nella sua Firenze.

Miriam Massai, 49 anni, laureata in Scienze Biologiche e in Tecniche di Laboratorio Biomedico, lavora come tecnico di laboratorio a Careggi. Operatrice Shiatsu dal 1999, ha proseguito gli studi in Medicina Tradizionale Cinese presso l’istituto Deo di Milano diretto da Franco Bottalo. Impegnata nella promozione del diritto alla salute e al benessere attraverso il ricorso alle discipline bionaturali. Ecologista, ambientalista e pacifista, ha svolto la sua attività politica in varie associazioni. Da sempre impegnata per la laicità dello Stato, per il rispetto dei diritti delle persone native e migranti, ha svolto attività istituzionale in qualità di componente della Commissione Pari Opportunità della Regione Toscana. Ha fondato il coro di donne “LeMusiquorum” con il quale svolge la sua attività politica attraverso l’uso della voce facendo suo il motto delle mondine: “Se devi dire qualcosa, dillo cantando!”.

Ermanno Bonomi, nato nel modenese nel 1948, è sociologo del turismo e docente universitario. Si è occupato di turismo come direttore del centro Studi Turistici di Firenze, direttore delle Apt di Firenze e Pisa, dirigente del turismo della Regione Toscana. Esperto in marketing e web communication, ideatore della Bto-buy tourism on line, specializzato in ricerche di mercato e indagini motivazionali.

Marcello Buiatti, professore universitario, è nato a Firenze nel 1937 da padre friulano e mamma ebrea di Lvov. Laureato in Agraria con il massimo dei voti, in Genetica, ha studiato in Gran Bretagna, University of Swansea, Brookhaven National Laboratory negli Usa. Docente a Pisa e Firenze vanta oltre 200 pubblicazioni internazionali e 100 nazionali. E’ membro del Consiglio Nazionale Ambiente, presidente dell’associazione nazionale ambiente e Lavoro, membro del comitato Scientifico di Legambiente, Criigen, Francia, Slow Food, e presidente Res Viva filosofia Biologia.

Addorisio Clementina, docente, 39 anni, è nata in Irpinia dove ha vissuto fino a 30 anni. Si è laureata con una tesi di ricerca sull’immigrazione di seconda generazione nel territorio irpino, con particolare attenzione all’integrazione nei servizi scolastici e alla figura del mediatore culturale. Dopo la laurea entra a far parte del gruppo di ricerca della cattedra di Storia del pensiero sociologico dell’Università degli studi di Salerno e si occupa di disagio sociale giovanile, tossicodipendenza, disabilità ed immigrazione. Ha collaborato con l’università, con enti di formazione del territorio e con il carcere di Bellizzi Irpino in cui ha svolto il ruolo di educatrice di Infanzia. Fino al 2006, quando ha iniziato la sua carriera di docente di scuola primaria e approda a Firenze.

Adriana Alberici, nata nel 1966 all’Aquila, vive a Firenze dal 1984. A 21 entra in ferrovia come capo stazione e si laurea in Scienze Politiche studiando e lavorando. Sposata con Daniele, ferroviere, e mamma di Marianna, 6 anni, attualmente lavora all’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie dove cura i rapporti con l’Europa. Impegnata nel laboratorio politico “Cantieri Solidali”, nel 2009 viene eletta consigliera di Quartiere 5 con la lista di cittadinanza perUnaltracittà. In quartiere ha molto lavorato sull’urbanistica partecipata, sui disagi nelle periferie, sull’inquinamento da cantieri dell’Av, sui rifiuti.

Lucia Bacherini, operatrice nel turismo, è nata nel 1962 a Firenze e vive nel quartiere 2. Diplomata all’istituto alberghiero Saffi, ha maturato svariate esperienze lavorative all’estero. Sposata e madre di due figli di 25 e 27 anni, è appassionata di ecologia e ambiente, sport e teatro.

Silvia Becherucci, laureata, classe 1957, è nata a Firenze. E’ dipendente della Provincia di Firenze, vive al Galluzzo, nel quartiere 3, ed è amante degli animali.

Luca Bolognesi, commerciante,37 anni, è nato a Firenze e cresciuto nella campagna in Provincia di Firenze, a Troghi nel comune di Rignano sull’Arno. Ha iniziato presto a lavorare con i genitori nell’edicola di famiglia in piazza San Marco, che ancora oggi manda avanti con passione e dedizione. Nel 2007 si è sposato. Padre di un figlio di 7 anni, si occupa del sindacato provinciale degli edicolanti di Firenze e Prato.

Giulia Bucci, 33 anni, diplomata all’Opificio delle Pietre Dure di Firenze, e laureata in Storia dell’Arte Contemporanea presso la Facoltà di Lettere e Filosofia di Firenze, da anni collabora con enti e associazioni che hanno a che fare con il mondo dell’arte e della promozione degli eventi. Segue svariati progetti destinati a valorizzare, e alcune volte a scoprire, realtà autentiche di Firenze, dove botteghe artigiane, gallerie d’arte e luoghi del contemporaneo risultano strettamente connesse con le architetture, la storia delle famiglie e la cultura della città.

Francesco Buffolino detto Frasco, musicista, creativo poliedrico, ha 33 anni e lavora come tipografo a Firenze, città in cui è nato e in cui vive. Vanta molte esperienze all’estero – negli ultimi anni ha vissuto a lungo a Berlino – e parla quattro lingue correntemente. Musicista, batterista e appassionato di musica elettronica fa parte della Die Lust band.

Riccardo Cantini, nato a Piombino nel 1969, si è laureato in Filosofia e si è impegnato a lungo in politica. Dopo alcuni anni trascorsi a prestare servizio civile ad anziani con problemi psico-motori gravi si è impegnato in Rifondazione comunista. Partecipa al Social Forum di Firenze e nel 2007 fonda la rivista multietnica “Tam Tam Firenze” per tentare di trattare diversamente il tema dell’immigrazione.

Francesca Ciseri, 29 anni, laureata, operatrice di percorsi formativi e didattici. E’ nata e cresciuta a Firenze. Nel 2004 ha iniziato il Corso di laurea “Operazioni di pace, gestione e mediazione dei conflitti”, e durante gli studi, ha fatto esperienze come volontaria in alcune realtà associative del territorio, in particolare per la tutela dei diritti delle fasce sociali più deboli. Dal 2010 ha contribuito alla creazione di nuove realtà associative. Nel 2014 ha discusso la sua tesi dal titolo esplicativo “Curare le relazioni nel lavoro educativo: esperienze e modelli di intervento a confronto”.

Maria Elena Corna, classe ’58, è insegnante di Lettere in un liceo in cui è una delle referenti per l’educazione ambientale. Di natura curiosa e cosmopolita, si è occupata di discipline quali lo yoga, lo shiatsu e il qi gong. La passione per la natura l’ha portata anche al diploma di Guida Ambientale della Regione Toscana (2010). Ha fatto parte in questi anni della Consulta per la Laicità del Comune di Firenze ed è molto attiva sul fronte dei diritti degli animali: si è impegnata con pubblicazioni, conferenze, organizzazione di eventi, volontariato in associazioni e campi di lavoro. Ultimamente si dedica a iniziative di divulgazione del sapere in modalità ludica, grazie agli inviti di Associazioni quali l’Uaar e la Società Astronomica Fiorentina.

Mariangela Corrieri, nata a Pisa nel 1940, vive a Firenze. E’ stata per anni presidente della Lav di Firenze e ora è a capo dell’associazione Gabbie Vuote. Animalista, è membro della consulta comunale per i diritti degli animali del Comune di Firenze.

Adriana Cozzolino, 43 anni, laureata, è nata a Portici, in provincia di Napoli e da circa vent’anni vive e lavora a Firenze. Sposata e madre di due figli di 13 ed 8 anni, nel 1996 ha conseguito, con il massimo dei voti, la laurea in Economia e Commercio presso l’Università “Federico II” di Napoli. Nel 1999 ha iniziato la carriera presso la Regione Toscana in qualità di funzionario economico-amministrativo. Si occupa, in particolare, di gestione economica e finanziaria della Sanità Toscana. Dal 2008 è attiva nella rappresentanza sindacale Rsu – Cobas.

Andrea Fornari, fiorentino doc, 39 anni, è laureato in Scienze dell’Informazione-Informatica. Ha vissuto alle Cure per poi trasferirsi ancora bambino a Pian del Mugnone. E’ tornato a vivere a Firenze in via Maggio, vicino Santo Spirito, nel cuore di Oltrarno. Durante il corso di studi si è appassionato alla Ricerca Operativa-Scienza delle Decisioni. Ha contribuito alla nascita di Critical Mass a Firenze. Vegano, la sua priorità è difendere l’ambiente, gli animali e la libera circolazione del sapere. Ha preso parte al Social Forum, alla Rete di Lilliput, a un gruppo che sostiene Mani Tese, e in passato ha militato nei Verdi di Firenze.

Gabriele Gailli, operatore di discipline bionaturali, nato nel 1965 a Firenze. Fondatore del centro Jiva, associazione culturale di discipline orientali e attività dedicate al benessere naturale in via dei Bruni a Firenze.

Gian Luca Garetti, è nato nel 1948 a Firenze, dove lavora come medico di medicina generale e psicoterapeuta. Abita da diversi anni a Greve in Chianti e si occupa attivamente di ambiente. Fa parte di Medicina Democratica e dell’Isde (International Society of Doctors for the Environment). Collabora anche coi Comitati della Piana Fiorentina. Ha fatto parte fin dall’inizio di “PerUnaltraCittà” e crede fortemente a una politica fatta dal basso per governare insieme.

Alessandra Giannini, 42 anni, tecnico specializzato in dispositivi per missioni spaziali, è nata e cresciuta a Firenze, in San Niccolò. Da molti anni si occupa di attività politiche e sociali legate al quartiere, dall’organizzazione del pranzo antifascista per il 25 Aprile alle rassegne cinematografiche gratuite, dall’Aperistoria (aperitivi con la Storia), a numerosi eventi di beneficenza. Pacifista, animalista, vegana, ed estremamente pragmatica. Ha fatto parte della redazione della trasmissione radiofonica “Restiamo Animali” di Controradio e combatte a fianco delle donne, dei precari e della comunità Lgbtiqa.

Luca Giorgetti, 40 anni, si è laureato in Economia e Commercio di Firenze con una tesi sulla Gestione dei servizi idrici in seguito alle prime esperienze di privatizzazione in Italia. Ha sempre vissuto, studiato e lavorato a Firenze, in particolare nel Quartiere 2, tra piazza Libertà, Campo Marte, Le Cure, Coverciano. Dopo aver superato il concorso pubblico ha iniziato a lavorare in Regione Toscana dove si è occupato di finanziamenti europei nel campo dello sviluppo rurale, e poi della gestione economica e dei bilanci delle Aziende Sanitarie. Ha fatto parte fin da giovanissimo all’associazionismo studentesco, di sinistra, pacifista e ambientalista. Iscritto per diversi anni ai Verdi, dove ha ricoperto alcuni incarichi a vari livelli, ha fatto parte del Cda dell’Azienda per il Diritto allo Studio di Firenze.

Fabrizio Gonnelli, scrittore, classe 1962, è esperto di letteratura latina e greca. Lavora nel mondo dell’editoria scolastica come redattore e autore. Ha seguito la scuola da vicino attraverso la produzione dei libri di testo e il confronto continuo con insegnanti, studenti, autori. Sposato con una professoressa di liceo, ha due bambini di 5 e 6 anni. All’interesse per la formazione dei giovani e al loro benessere culturale affianca da diversi anni attività per la promozione dei diritti civili e della laicità delle istituzioni, in particolare della scuola e degli ospedali.

Maria Rosa Marano, classe ’58, è insegnante alla scuola La Pira di Firenze. Ha due figli e vive a Firenze.

Carmelo Meli, classe ’63, è macchinista teatrale al teatro Verdi di Firenze. Da sempre attivo nei movimenti, fra cui quello antinucleare che ha portato alla vittoria dei referendum nel 1987 e nel 2011. Attivo in diversi Comitati fra cui Brozzi le Piagge, negli anni ’80 ha ottenuto vari risultati tra cui la linea 56 Ataf che dalle Piagge porta a Careggi, dando il via all’inizio della riqualificazione della zona. Crede fortemente nella strategia rifiuti zero e è nettamente contrario alla costruzione dell’inceneritore di Case Passerini.

Alessandra Menchi, 31 anni, sociologa, è nata a Firenze. In questi mesi sta seguendo un altro corso per laurearsi anche alla facoltà di Servizio Sociale. Cresciuta nella campagna Imprunetana, si è trasferita nel centro storico di Firenze nel 99 osservando da vicino tutti i cambiamenti che la città ha subito. Nel 2012 ha contribuito a costituire il Comitato per piazza Brunelleschi, nato in opposizione al progetto di realizzare un parcheggio interrato nella zona.

Eugenio Palmieri, studente universitario, ha 21 anni. E’ nato a Fiesole nel 1992 e vive a Firenze. Iscritto alla facoltà di Economia, nel corso Sviluppo Economico e Cooperazione Internazionale (Seci), presso il polo di Novoli. Alle superiori partecipa alle proteste del movimento studentesco dell’Onda ed alle occupazioni del 2008 e 2009, anno in cui viene eletto rappresentante del Consiglio di Istituto del Liceo Machiavelli-Capponi. Ha partecipato al decennale del Social Forum Europeo e al Social Forum Mondiale di Tunisi del 2013, nel post Primavera araba. Collabora con Quattrogatti.info, sito di informazione online.

Patrizia Pepe, classe 1957, è una donna, ma soprattutto “una persona”, come sottolinea lei stessa, con disabilità motoria grave molto attiva nei diritti. La sua storia inizia alla fine degli anni ’70 quando, piena di sogni, si scontra col muro del mondo del lavoro (Targetti-Sankey) nei confronti dei disabili, Da allora la sua presa di coscienza e le lotte per affermare questo diritto non cedendo a ricatti o tentativi di “zittirla” da parte di nessuno.

Vincenzo Maria Pizzolo, 19 anni, studente presso la facoltà di Giurisprudenza a Firenze. Figlio di una precaria storica della scuola pubblica, è stato attivo in questi anni a livello studentesco nelle varie proteste contro la legge Gelmini prima e il d.d.l Aprea poi. Per due anni rappresentante d’istituto presso l’Itcg Calamandrei di Sesto ha realizzato una convenzione tra studenti e commercianti di Sesto. Tifoso della Fiorentina, è sempre presente in Curva Fiesole.

Pierangelo Preziosa, ballerino, è nato nel 1973 a Bisceglie, in provincia di Bari, ancora adolescente si trasferisce a Roma per formarsi come tersicoreo all’Accademia Nazionale di Danza facendo di questa la sua professione conseguendo parallelamente il diploma di scuola superiore in amministrazione aziendale. Dal 1996 vive a Firenze e fa parte di Maggiodanza corpo di ballo del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, importante e prestigiosa istituzione culturale fiorentina e Nazionale, che negli ultimi anni, insieme alle altre Fondazioni Lirico Sinfoniche è oggetto di un piano in atto di depauperamento e destrutturazione del sistema culturale. Assume la delega di rappresentante aziendale per la Slc- Cgil.

Antonio Puoti, impiegato KME, 40 anni, napoletano di nascita ma fiorentino d’adozione, abita da 15 anni in città dove è arrivato dopo aver completato gli studi al liceo scientifico di Aversa e aver aperto una ditta di vendita e assistenza di prodotti informatici. Ha frequentato la scuola di Scienze Aziendali di Sorgane e, dopo aver militato nel Prc, si è iscritto a Sel. Impiegato amministrativo alla Kme srl, si impegna da sempre per i diritti dei lavoratori e, da 10 anni, è delegato sindacale e membro del direttivo provinciale Fiom/Cgil. Da quest’anno fa parte anche del direttivo regionale della Fiom e, nel tempo libero, coltiva la passione per la cucina tradizionale con il gruppo Cucinorum. Passioni? Rock anni ’70, collezionare vinili e viaggiare in mountain bike.

Cinzia Re, imprenditrice e ristoratrice fiorentina di 41 anni. Abita in città con sua figlia, e vive con un cane e un gatto. Ha lavorato per anni come musicista e cantante. Da un po’ di tempo ha conosciuto la filosofia vegan e questa scoperta ha fatto si che trasformasse la sua intera vita nel progettare un sistema che avvicinasse più persone possibili al mondo vegan e antispecista. Tutto questo con la più ampia tolleranza per chi non la pensa come lei.

Rossana Regimonti, classe ’55, presidente provinciale dell’Enpa, ente nazionale protezione animali. Da sempre attenta alle tematiche relative all’ambiente.

Fiorella Sciarretta, classe ’47, appassionata di teatro, nel 1970 ha vinto il concorso presso il Ministero dei Trasporto e dell’Aviazione Civile. Da sempre iscritta alla Fgci nel momento il cui il PC fu rottamato, si è ritirata dall’attivismo politico per dedicarsi al volontariato trascorrendo due anni presso Sollicciano nel 41bis, alta Sorveglianza. Poi l’incontro con Paolo Coccheri che mi l’ha portata a Napoli dove ha conosciuto Alex Zanotelli. Da lì l’impegno civile è diventato sociale concretizzato con l’associazione LaicitàeDiritti, progetto nato nel 2009 per lavorare sui diritti civili, su qui temi definiti “divisivi” da alcune parti politiche, ma che riguardano la vita e la salute di tante persone.

Roberto Spini, 46 anni, vive a Rifredi e ha due figli. Nipote di partigiani, è laureato in Economia, attualmente lavora all’assistenza tecnica alla programmazione regionale del Fondo Sociale Europeo. Fa parte del Forum dei movimenti per l’acqua fin dalla sua creazione ed è stato portavoce a Firenze del comitato promotore del referendum per l’acqua pubblica. E’ nel consiglio nazionale di Attac Italia all’interno del quale è incaricato delle relazioni con la rete europea di Attac. Ciclista urbano convito e promotore di una politica collettiva della mobilità che faccia tenere parcheggiata l’auto.

Eleonora Staderini, 38 anni, mamma con la M maiuscola di due bambini, sposata con Massimo, è educatrice scolastica e attenta alle tematiche dell’infanzia e impegnata sul fronte del lavoro, della cultura, dell’integrazione e della solidarietà. Porta avanti i diritti delle donne che è uno dei suoi punti chiave per ricostruire una società migliore, iniziando dalla sua Firenze.

Marco Vitolo, 44 anni, dj di professione, noto a tutti con il nome di “Ruspa dj”. Ha vissuto in Basilicata fino ai 18 anni ed è arrivato a Firenze nel 1989 per frequentare l’università. Diplomato come infermiere ha sempre coltivato la passione per la consolle e sono stato presidente di Cambiamusica! e per circa due anni e consigliere alla Casa del Popolo di Osteria Nuova. Crede nei progetti culturali che possano far incontrare le nostre radici popolari con l’avanguardia e la contemporaneità. Tra le altre cose è operatore e conoscitore di discipline bionaturali.

Mar, 22/04/2014 – 13:53 — La Redazione

Pubblicato martedì, 22 Aprile 2014 alle 12:40