saverio_tommasi

Firenze Riparte a Sinistra: “Solidarietà, stima e vicinanza al giornalista Saverio Tommasi vittima di una campagna aggressiva e minatoria”

“Le forze politiche tutte esprimano piena solidarietà e condannino senza riserva gli attacchi al nostro concittadino”
Sarebbe un errore sottovalutare o semplicemente lasciar correre la violenta, codarda e vasta campagna minatoria portata avanti ormai da qualche settimana sui social network ai danni del videoreporter Saverio Tommasi: al di là dei giudizi sul lavoro del giornalista – cui va il nostro più sentito apprezzamento per le tematiche, la qualità dei servizi, la passione che mette e che traspare dai suoi racconti e dalle sue interviste – sentiamo come un dovere morale far sentire la nostra vicinanza in un momento di difficoltà, la nostra solidarietà e anche la nostra ferma condanna.
La libertà di informazione va tutelata con gelosia, specialmente in un paese come il nostro, che sempre più ricopre posizioni imbarazzanti nelle classifiche della libertà di stampa e di informazione a livello globale, e la politica deve avere il coraggio e la forza di opporsi, con tutti i mezzi che ha a disposizione, a tutti i tentativi di intimidire, limitare, boicottare, offendere e minacciare i giornalisti nello svolgimento del loro lavoro.
Il tenore e i contenuti delle minacce, delle offese, degli scherni, delle ingiurie e della campagna in generale rivelano per altro un imbarbarimento che ci suscita sdegno e preoccupazione.
Auspichiamo e facciamo appello perché le forze politiche si esprimano a sostegno del giornalista e le forze dell’ordine vogliano approfondire la questione ed eventualmente prendere i provvedimenti necessari per salvaguardare non tanto e non solo il giornalista Saverio Tommasi, ma la libertà di stampa e di informazione in generale, indipendentemente da come la si pensi relativamente al lavoro del giornalista stesso.
i consiglieri e la consigliera del gruppo Firenze Riparte a Sinistra
Tommaso Grassi, Giacomo Trombi e Donella Verdi

Pubblicato lunedì, 18 Gennaio 2016 alle 19:08