Fiorino d’Oro, Verdi, Grassi e Trombi: “Approvata dalla commissione la nostra mozione per il conferimento ufficiale a Hossain Alamgir, il venditore di rose che ha salvato Gaia dalla violenza del branco”

Queste le dichiarazioni della consigliera del gruppo Firenze riparte a sinistra Donella Verdi e dei consiglieri Tommaso Grassi e Giacomo Trombi

“E’ stata approvata all’unanimità ed è diventata patrimonio della Commissione, la nostra mozione per chiedere il conferimento ufficiale del Fiorino d’Oro a Hossain Alamgir, il venditore di rose che ha salvato Gaia dalla violenza del branco. Un piccolo gesto per dire grazie a chi deve essere d’esempio per chiunque si trovi ad assistere anche a tentativi di violenza, molestia e qualsiasi atto che viene a ledere la dignità della persona.”

“Siamo contenti dell’approvazione della nostra proposta: il gesto del ‘venditore di rose’, così lo ha definito la stessa ragazza su Facebook, rappresenta un gesto encomiabile di cui è stata data risonanza sulla stampa nazionale, dopo che la Città di Firenze ha dovuto subire negli ultimi mesi l’eco pubblico delle efferate violenze nei confronti di donne e uomini che stavano svolgendo il proprio lavoro o che erano a Firenze per turismo, per motivi di studio o svago.”

“Come la ragazza prima di congedarsi dopo aver subito la molestia ha deciso di regalargli una fototessera come ringraziamento per quanto ha fatto, il Comune deve adesso definitivamente deliberare in tempi brevi e il sindaco consegnare questo riconoscimento a dimostrazione che così come la condanna contro i violentatori deve prescindere da nazionalità o ruolo nella società, anche i buoni esempi e i modelli da seguire possono avere la faccia di Hossain, essere un venditore di rose ed essere originario del Bangladesh”.

Pubblicato mercoledì, 15 Novembre 2017 alle 13:56