Documento unico di programmazione “blintato”, Grassi: “Antidemocratico bocciare tutti i nostri ordini del giorno”

“Nessuna discussione in Consiglio comunale. Abbiamo presentato una serie di ordini del giorno. Tutti bocciati. Solo una fiducia al programma di mandato del Sindaco. Dato che il Dup non fa altro che riportare quello che già era stato presentato”. Così Tommaso Grassi, capogruppo di Firenze riparte a sinistra, attacca la maggioranza di Palazzo Vecchio. E incalza “Non solo il Partito Democratico non prende in considerazione l’opposizione. Ma boccia persino la possibilità di tenere di conto i pareri dei quartieri”. Il rappresentante della sinistra d’opposizione a Firenze spiega “La motivazione di tutto ciò? E’ che i pareri delle commissioni consiliari prevalgono, come se valessero alla stessa strenua delle osservazioni approvate. Il gruppo di maggioranza non ha il coraggio di toccare ciò che arriva dalla giunta Nardella”. “Le nostre proposte – conclude Grassi – spaziavano su tante questioni aperte in città. Dall’aeroporto, ai servizi all’infanzia, passando per la raccolta differenziata e l’alienazione di immobili pubblici. Ma a quanto pare a Firenze non si discute più di questi temi”.

Pubblicato lunedì, 1 Febbraio 2016 alle 19:30