Tommaso Grassi

CPR per immigrati e esenzione IMU per occupazioni, Grassi, Verdi e Trombi: “La maggioranza segue Forza Italia sul terreno di colpire i più deboli”

“MdP a corrente alternata, vota a favore dell’esenzione per gli immobili occupati e boccia i CPR. Prosegue la luna di miele di Nardella con la destra. Ribadiamo i nostri no”

Queste le dichiarazioni dei consiglieri del gruppo Firenze riparte a sinistra Tommaso Grassi e Giacomo Trombi e della consigliera Donella Verdi

“Anche Firenze avrà il suo Centro di Permanenza per il Rimpatrio, le cui differenze rispetto ai vecchi CIE sembrano più sulla carta che nella realtà, non è affatto un centro solo per delinquenti come vorrebbero raccontarci da Forza Italia e dal PD. Ma a Nardella e al PD questo sembra non importante e ieri hanno approvato una mozione insieme a Forza Italia e Fratelli d’Italia per sostenere la necessità della costruzione anche sul nostro territorio. La maggioranza segue Forza Italia sul terreno di colpire i più deboli.”

“Troppo facile individuare l’area tra Firenze, Campi Bisenzio e Sesto Fiorentino, attorno all’aeroporto, come quella che sarà prescelta visto che nell’atto governativo si parla di luoghi da adibire a strutture che ospiteranno i migranti da rimandare in patria preferibilmente vicino ad infrastrutture di trasporto. L’accoglienza, per noi, non passa da centri di espulsione che hanno già evidenziato il loro fallimento come strumento di prevenzione e cura del fenomeno e oggi ribadiamo la nostra ferma contrarietà all’apertura del CPR, non perché abbiamo paura che venga aperto sul territorio fiorentino, ma perché occorre valorizzare la gestione diffusa e dal basso tipica del nostro territorio, coinvolgendo tutti i Comuni, anche quelli riluttanti che finora hanno chiuso le porte ai migranti, e piuttosto migliorare, organizzare meglio e controllare le attività di accoglienza anziché rimettere le lancette dell’orologio indietro nel tempo e tornare ad una risposta di puro contrasto repressivo dell’emergenza.”

“L’atto approvato anche dal Pd richiama scopi e logiche dei CIE della destra razzista dei Governi di Berlusconi, e dei Ministri Bossi e Maroni. Nessuno nel Pd ieri ha avuto un poco di ritegno dal sostenere posizioni comuni con Forza Italia. Registriamo quindi come non sia affatto in crisi la luna di miele di Nardella con la destra e consigliamo alla maggioranza di esplicitare ancora di più questa unità d’intenti così che la cittadinanza possa esprimersi. Ma in Consiglio la alleanza è stata consolidata anche su un altro atto che prevede l’esenzione IMU di tutti gli immobili non abitativi occupati, anche di grandi patrimoni, anche grandi superfici. In questo caso anche MdP ha votato, confermando per la seconda volta il voto espresso in Commissione, e unendosi all’abbraccio tra destra e Pd.”

“Già ritenevamo la misura di esenzione sugli immobili abitativi estremamente ingiusta, non focalizzandosi sulle realtà deboli, ma trattando tutti, piccoli proprietari e grandi patrimoni, allo stesso modo, ma adesso siamo al paradosso di voler garantire chi si può permettere di tenere sfitti immobili dismessi in attesa di tempi migliori. Basterà infatti che un immobile commerciale o un immobile dismesso risulti occupato, e il Comune si troverà a perdere notevoli quantità di introiti a favore delle grandi proprietà, che si vedranno ridurre, de facto, il costo delle proprie speculazioni. La prima, vera ingiustizia relativa alle occupazioni è l’incapacità dello Stato e del Comune di rispondere alle esigenze abitative delle fasce più deboli. Se la risposta e l’assunzione di responsabilità da parte del Comune si traduce nel pagare il disturbo di tutti coloro che si vedono occupare un immobile, senza praticare alcuna distinzione fra grandi possidenti e piccoli proprietari, fra chi sta speculando e chi invece resta incastrato, allora siamo al limite del surreale.”

“MdP, ancora in maggioranza, a corrente alternata vota contro ai CPR ma a favore dell’esenzione IMU per gli immobili non abitativi occupati. Se siamo in piena sintonia quando il Capogruppo Rossi definisce disumana ed esprime il proprio totale dissenso verso l’approvazione della mozione che chiede al Sindaco di sostenere la costruzione di un CPR in Toscana, non lo siamo affatto quando loro stessi sono i primi a votare favorevolmente, nonostante ben 5 voti contrari nel PD, la mozione di Forza Italia che chiede di esentare, riducendo le entrate per il Comune, l’IMU per gli immobili non abitativi senza alcun limite tra unica proprietà e grandi patrimoni, tra locali sfitti da decenni e invece liberi da poco, tra immobili di modeste e grandi dimensioni”.

Pubblicato martedì, 5 dicembre 2017 alle 17:34

Iscriviti alla Newsletter