Colonnine elettriche, Grassi: “Il Comune è lento, solo 30 su 177 sono allacciate” “Sia data a Silfi la gestione delle ricariche”

“Il Comune cerca di tranquillizzarci per l’attivazione delle colonnine elettriche. Peccato che a oggi siano attive solo 30 su 177 postazioni. Un po’ troppo poco”. Così Tommaso Grassi replica all’assessore Giorgetti in merito all’interrogazione sulle colonnine in città e continua “ci siamo messi nei panni dell’amministrazione e visto che ci aspettavamo una risposta del genere, abbiamo trovato una soluzione al problema. Non è possibile che chi usa un mezzo elettrico debba essere vessato e non incentivato. Se un costo esiste questo deve essere a carico di chi lucra sul servizio e non per chi usa mezzi non inquinanti”.

“Come fare quindi? – conclude Grassi – assegniamo a Silfi, una società 100% pubblica, l’incarico di consegna dei tesserini per le ricariche. Ci penseranno poi loro a pagare Enel. Una proposta percorribile e che permetterebbe di dare un servizio gratuito alla cittadinanza”.

Pubblicato lunedì, 28 Settembre 2015 alle 16:46