Caso consulenze Firenze Parcheggi: persa un’occasione per fare chiarezza e dare risposte alla Città.

Audizione presidente FiPark su incarichi, Grassi: “Non si affronta il problema delle consulenze”

“Il rinvio è solo tattico”

 

E’ stata rinviata l’audizione in commissione Controllo del presidente di Firenze Parcheggi Bevilacqua in merito allo scandalo degli incarichi affidati al vicepresidente Fazzini, attuale revisore dei conti della Fondazione Open di Matteo Renzi.

“Assistiamo alla fuga dei vertici aziendali – afferma Tommaso Grassi capogruppo di Firenze riparte a Sinistra con Fas, Sel e Prc – abbiamo richiesto noi l’audizione, nonostante il sindaco Nardella, l’assessore Perra e non ultimo il capogruppo del Pd  Bassi, abbiano dato garanzie sulla risoluzione della situazione. Forse però pressioni esterne hanno, solo a pochi giorni di distanza, fatto si che venisse tutto rimandato e dopo aver coperto nell’immediato il clamore della scandalosa e inopportuna decisione di assegnare incarichi a membri del Consiglio d’amministrazione della società non si voglia davvero intervenire per sanare la questione”.

“Speriamo che possa essere convocato a breve un nuovo incontro con il presidente Bevilacqua – continua Grassi – per chiarire la vicenda e far sapere alla città come mai siano stati spesi soldi per incarichi di questo tipo. Temiamo però che, dopo l’indignazione iniziale e le prese di posizione da parte del governo cittadino, nessuno voglia davvero fare qualcosa, i vertici aziendali sono rimasti al loro posto e il codice etico delle partecipate da risposta immediata è diventato secondario. Forse qualcuno spera che con lo spegnimento dei riflettori la vicenda possa essere dimenticata. Se così fosse si sbagliano di grosso perché noi non smetteremo di chiedere provvedimenti”.

Pubblicato venerdì, 14 Novembre 2014 alle 11:05