Campeggio Rovezzano, Grassi: “Un villaggio turistico alle porte di Firenze. Vogliamo vedere gli atti”

“L’Amministrazione comunale non faccia finta di non vedere quello che ha autorizzato”

“Chiederemo gli atti. Vogliamo sapere cosa sta accadendo al campeggio di Rovezzano, che assomiglia sempre più ad un villaggio turistico alla porta sud della città”. Così Tommaso Grassi, capogruppo di Firenze riparte a sinistra, tuona durante il Consiglio comunale. E incalza: “La motivazione per la sospensione dei lavori, della scorsa settimana, riguardava l’installazione di casette che non rispecchiavano le disposizioni. Ma un dubbio ci sorge, forse il Comune si è accorto che il progetto che ha autorizzato non è quello che si sta concretizzando?”.
“Ci sarà un supermercato, una piscina, moltissime casette e tutti potranno accedere a discoteca e spazi sportivi attigui. Insomma – continua Grassi – un resort in piena regola. E allora perché non si è proceduto prima a non autorizzare un’opera di questo tipo? L’amministrazione non faccia finta di non vedere quello che ha permesso”.
“Non vorremmo – conclude il capogruppo – che anche a Firenze si scoprisse una trama tra potere, imprenditori e cosa pubblica. E che se ne venisse a sapere solo da articoli di giornale. Sarebbe una vergogna per la nostra città”.

Pubblicato lunedì, 10 Aprile 2017 alle 16:13