ass. Perra

Bilancio consuntivo, Grassi: “Un bilancio sano? Certo non si è speso o si è congelato fondi non spendibili”

“Mai stato così sano il bilancio del Comune di Firenze. Così ci ha detto l’assessore Perra. E non sbaglia. Il motivo è semplice: non si è speso e ciò che si è tagliato si è trasformato in un fondo congelato di 40 milioni di euro”. Così Tommaso Grassi, capogruppo di Firenze riparte a sinistra, interviene nel dibattito per l’approvazione del bilancio consuntivo. E incalza: “Certo è sempre meglio trovarsi con un tesoretto che con un debito di bilancio improvviso. Peccato che non si capisca il perché e le responsabilità di quello che possiamo solo chiamare con un nome: errore”.

Il consigliere dell’opposizione in Palazzo Vecchio aggiunge: “Si sarebbe potuto fare molto di più per la cittadinanza. E quindi la domanda che sorge è molto semplice. Questa amministrazione ha le capacità per realizzare tutto quello che annuncia e tutto ciò che è in corso d’opera? Perché quello che è successo quest’anno non vorremmo che si presentasse in modo molto più negativo nel prossimo bilancio di esercizio. Gli errori si pagano. Soprattutto quelli contabili”.

“Avremmo preferito sentire dalla maggioranza – continua Grassi – una critica nei confronti del governo Renzi e dell’amministrazione della Regione Toscana. Perché non è ammissibile dare colpa a tagli degli enti superiori, se alcune cose non si possono realizzare o rifinanziare, se poi a governare c’è sempre il Pd”. E il consigliere attacca: “Siamo stanchi di sentire le solite parole. Ci piacerebbe sapere perché non tassiamo in maniera egualitaria e progressiva? Non ci sembra un difetto. Come non sarebbe poi così spregevole assumere personale al Comune di Firenze piuttosto che esternalizzare”.

“E poi dare servizi in base alle esigenze e non in base ai budget sarebbe cosa gradita – conclude Grassi – non come sta avvenendo adesso. Verde, sociale e scuola. Tre temi a noi cari. Non abbiamo ancora compreso quali sono questi interventi così importanti. Insomma il nostro voto non può che essere negativo, così come avevamo fatto in fase di previsione.”

Pubblicato lunedì, 2 Maggio 2016 alle 12:48