Bene Corte su Legge 40. Ma la bocciatura doveva essere politica

Dopo l’Europa anche la Corte Costituzionale boccia la Legge 40 sulla fecondazione eterologa, la sua incoerenza e la sua ipocrisia. Una bella giornata ma anche triste a pensarci bene, perché ancora una volta la Corte Costituzionale si sostituisce alla politica, incapace di modernizzare l’Italia in tema di Diritti e Laicità dello Stato. Certo, se si pensa che coloro che hanno voluto la Legge 40, ora governano e riformano la Costituzione con Renzi, e a Firenze sono alleati di Nardella, c’è poco da sperare. Per questo bisogna riportare Firenze a Sinistra. Perché sui Diritti non si può rimanere nel medioevo.

Pubblicato mercoledì, 9 Aprile 2014 alle 16:33